Giovedì, 13 Giugno 2024

Sideralloys-GMS. Gravissimo il mancato pagamento delle retribuzioni, è sciopero!

Sideralloys e GMS smentiscono le loro stesse rassicurazioni. Prima delle festività natalizie avevano garantito ai lavoratori il pagamento delle tredicesime, con lo stipendio di dicembre (pagato di norma il 12 del mese successivo) e invece al momento non si ha ancora traccia dei pagamenti dovuti, nonostante nel frattempo sia arrivata la convocazione al MIMIT (18 gennaio 2024 ore 10:00) e nel mese di dicembre scorso, siano arrivate le rassicurazioni in merito alla richiesta del finanziamento con garanzie della SACE all’80%, richieste dalla Sideralloys per il revamping.

Una situazione esplosiva, affrontata in data odierna in assemblea generale presso i cancelli dello stabilimento, in cui i lavoratori hanno deciso di proclamare lo stato di agitazione in attesa della regolarizzazione dei pagamenti.

Uno stato di allarme che si aggiunge alle perdite di posizioni di lavoro messe in atto dalle due aziende:
- dal 31 ottobre sino ad oggi, a circa 25 lavoratori non sono stati confermati i contratti in scadenza:
- a novembre, nove lavoratori della Tecnoproget, impegnati da anni nel revamping, sono state recapitate le lettere di licenziamento
- altri lavoratori degli appalti vedono in dubbio la loro posizione di lavoro.

Fiom-Fsm-Uilm e Cub ritengono inaccettabile e gravissimo il comportamento della Sideralloys e della GMS, proclamano lo stato di agitazione, con conseguente blocco di straordinari e reperibilità, con lo sciopero immediato di tutte le lavorazioni, auspicando il pagamento immediato del dovuto, per arrivare all’incontro del 18 gennaio, ritenuto dalle OO.SS. importantissimo, in “condizione di normalità”.

Fiom, Fsm, Uilm e Cub Sardegna sud-Occidentale e Sulcis-Iglesiente

Carbonia, 15 gennaio 2024

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search