Sabato, 31 Ottobre 2020

Ge Avio. Fim, Fiom, Uilm non condividono i risultati. Pdr inferiore al 2014

logo ffu-ok

Mercoledì 1 luglio 2015, presso l’Unione Industriale di Torino, si è tenuto l’incontro tra Fim, Fiom, Uilm unitamente al coordinamento e la Direzione aziendale per quanto riguarda i risultati del PdR 2014 da pagare a luglio 2015.

La Direzione aziendale ha presentato sia i dati di bilancio, sia dei parametri riferiti alle varie attività del Gruppo e la conseguente determinazione del PdR.

Il consuntivo riferito all’indicatore economico EBITDA è risultato pari al 18.34%, con uno scostamento negativo del circa 0,3% rispetto all’anno precedente.

La percentuale dell’indicatore industriale % livello di servizio è peggiorata rispetto al 2013.

L’indicatore della qualità è migliorato.

Sotto la tabella dei valori del Premio Medio al 5° livello:

 

Centri di Prodotto

PdR

totale 2014

Quota

mensilizzata

PdR erogato

a luglio ‘15

CdP Comp. Rotanti

2.886,50

1.440,00

1.446,50

CdP Trasmissioni

2.807,92

1.440,00

1.367,92

CdP Pale Statore

2.872,35

1.440,00

1.432,35

CdP Combustori

2.806,31

1.440,00

1.366,31

Stab. Brindisi enti centrali e presidi

2.848,52

1.440,00

1.408,52

sedi Bari, Roma, Cameri e Firenze

2.752,35

1.440,00

1.312,35

Enti Centrali To/Rivalta

2.847,21

1.440,00

1.407,21

Enti Centrali Pomigliano + revisione

2.839,33

1.440,00

1.399,33

Getti Speciali

2.292,49

1.440,00

852,49

 

Complessivamente il Premio di risultato che i lavoratori percepiranno nella busta paga di luglio 2015 sarà inferiore rispetto al 2014 per un importo di circa 400 €.

Fim, Fiom, Uilm non hanno condiviso i risultati dell’azienda: in primo luogo non è stato rispettato appieno l’accordo del 13 dicembre 2011 il quale prevedeva verifiche periodiche sull’andamento dei parametri produttivi per il raggiungimento degli obiettivi, con le RSU di Stabilimento, tale scompenso si è creato in particolare nel 2° semestre 2014.

L’azienda ha introdotto metodologie più rigorose per il controllo della qualità nel settore aeronautico che deve rispettare e garantire. Fermo restando che il Sindacato condivide che la qualità debba essere garantita e rispettata, l’Azienda però non ha coinvolto adeguatamente le RSU, che avrebbero potuto dare suggerimenti necessari al fine di garantire non solo la qualità ma anche la quantità di prodotti e il rispetto dei tempi di consegna, mentre è stata, solerte a chiedere ai lavoratori maggiore disponibilità ad effettuare lo straordinario durante la settimana compreso il sabato e la domenica, accettato dalle Rsu e dai lavoratori dallo scorso mese di ottobre.

Di risposta alla disponibilità data dai lavoratori la Ge Avio ha scaricato tutti i costi delle mancate consegne su tutti i lavoratori riducendo il premio di Risultato, che per i lavoratori di Getti speciali è di oltre 600 euro rispetto allo scorso anno.

A fronte di quanto sopra abbiamo chiesto un incontro con l’Amministratore Delegato per fare il punto sulle problematiche industriali e sulle relazioni sindacali.

FIM-FIOM-UILM Nazionali

Coordinamento Nazionale

Ge Avio

Roma, 6 luglio 2015

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search