Domenica, 25 Febbraio 2024

Fincantieri. Welfare: dato seguito a quanto previsto dal Contratto aziendale. Smart-Working: fatti passi avanti, ora affondo finale

Nella giornata di oggi, 20 giugno 2023, presso la sede di Unindustria Roma, si è svolto un incontro tra Fincantieri e FIM, FIOM e UILM Nazionali unitamente all’Esecutivo del Coordinamento Sindacale Nazionale nel corso del quale è stato sottoscritto un importante Accordo innovativo per l’istituzione di coperture assicurative, e continuato la discussione sullo Smat-working.

L’accordo sulle coperture assicurative, innovativo, prevede coperture con oneri totalmente a carico dell’Azienda, a garanzia delle seguenti situazioni gravi e drammatiche che possono colpire la vita delle persone:
    • invalidità permanente da malattia;
    • invalidità permanente da infortuni extraprofessionali;
    • rischio di non autosufficienza (c.d. Long Term Care).

Tale Intesa è stata sottoscritta in attuazione di quanto era stato disposto, in materia di salute e assistenza sanitaria integrativa, dall’Accordo Integrativo del 27 ottobre 2022 e si inserisce all’interno del vasto sistema di welfare aziendale di Fincantieri, fortemente attento al benessere dei lavoratori e delle loro famiglie.

Saranno beneficiari di tali coperture tutti i lavoratori in forza alla data della sottoscrizione dell’Accordo e le persone assunte successivamente.

L’Azienda, inoltre, ha messo a disposizione dei lavoratori l’opportunità di arricchire ulteriormente la tutela verso tali eventi riconoscendo ai singoli la possibilità di integrare le coperture assicurative, con oneri a proprio carico a condizioni vantaggiose, aderendo a pacchetti volontari che saranno fruibili da ottobre 2023.

L’applicazione dell’Intesa sarà estesa anche ai lavoratori di Cetena S.p.A., Isotta Fraschini Motori S.p.A. e Orizzonte Sistemi Navali S.p.A., Società controllate del Gruppo Fincantieri alle quali si applica l’Integrativo.

Per quello che riguarda lo Smart-working, l’azienda ci ha rappresentato i risultati del lavoro di attenta analisi sulla possibilità di rendere lo strumento più agevole e fruibile dalle maestranze e valorizzarne le performance e gli stati di avanzamento, sono state fatte aperture al fine di arrivare ad un nuovo accordo (l’attuale scade ad agosto 2023) in termini di disconnessione, fasce orarie dove collocare la prestazione, luogo dove prestare l’attività lavorativa e la fruizione delle giornate su base mensile e non più settimanale, rimangono ancora distanze importanti per quello che riguarda le giornate di utilizzo e il perimetro aziendale delle persone coinvolte.

Roma, 20 giugno 2023

Esecutivo del coordinamento Fincantieri

Fim, Fiom, Uilm Nazionali

Tags:

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search