Giovedì, 29 Febbraio 2024

Fincantieri. Intesa per il riconoscimento economico PDR e POG

Nella giornata di oggi, 14 giugno 2023, a Roma, c/o la sede di Unindustria Roma, si è tenuto l’incontro tra Fincantieri e il coordinamento unitario Fim, Fiom, Uilm unitamente ai tre coordinatori nazionali.

L’Azienda ha presentato i dati di consuntivo dell’EBITDA relativo al 2022 che determina la quantificazione ed erogazione del Premio di Partecipazione e POG per un valore dell’82% confermando i timori espressi dal coordinamento sindacale unitario.

Con un’attività estremamente intensa delle lavoratrici e dei lavoratori nei diversi siti del gruppo sono stati raggiunti da Fincantieri importanti risultati, sia in termini di volumi produttivi che di ordinativi, che hanno consolidato il posizionamento dell’azienda nei mercati di riferimento ed accresciuto il suo prestigio internazionale; un risultato diverso da quello comunicatoci oggi non sarebbe stato compreso ed accettato dai lavoratori.

L’azienda ha dimostrato consapevolezza delle aspettative dei lavoratori e mostrando attenzione nei confronti dei dipendenti, ha accolto le sollecitazioni delle organizzazioni sindacali ed ha assunto la decisione di riconoscere a tutti loro dei valori medi netti equivalenti a quelli che avrebbero ricevuto nel caso di un pieno raggiungimento dei Premi, attraverso l’erogazione di specifiche una tantum in aggiunta ai valori del Premio di Partecipazione e dei POG.
La valorizzazione dell’una tantum è stata calcolata prendendo a riferimento le ore medie lavorate.

Nello specifico, i valori lordi delle una tantum saranno:
• 254 € per il personale destinatario del Premio di Partecipazione;
• 572 € per i capi officina destinatari del POG;
• 504 € per i vice capo officina destinatari del POG;
• 436 € per i capi prodotto / responsabili di ente destinatari del POG.

Il Premio di Partecipazione e i POG potranno essere convertiti in welfare, seppur con una finestra ristretta alle giornate dal 17 al 20 giugno, e verranno comunque corrisposti con la retribuzione di giugno, insieme anche alla Una Tantum.

Il risultato del confronto è stato estremamente importante per diverse ragioni:
• per i lavoratori non ci sarà nessuna penalizzazione e quindi si vedranno in busta paga il corrispettivo economico come se avessero raggiunto il 100% del P.d.R.:
• si è confermato il valore di un’azione sindacale unitaria e condivisa per il raggiungimento degli obiettivi prefissati;
• il sistema di relazioni sindacali di Fincantieri si è confermato essere solido pur nel rispetto delle distinte prerogative. Fim, Fiom, Uilm ed il coordinamento hanno scelto una strada da percorrere e lo hanno fatto in maniera coerente e responsabile; è stato apprezzato l’approccio costruttivo dell’azienda che, da parte sua, congiuntamente alle organizzazioni sindacali ha consentito di compiere un lavoro importante nell’ottica di dare risposte soddisfacenti ai lavoratori.

Fim-Fiom-Uilm nazionali
Coordinamento sindacale unitario Fincantieri

Roma, 14 giugno 2023

 

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search