Domenica, 25 Febbraio 2024

Hitachi Energy Italia. Primo incontro di Gruppo

Si è tenuto mercoledì 31 Maggio presso la sede di Confindustria Veneto Est il primo incontro di Gruppo come previsto dalla contrattazione integrativa.

All’incontro hanno partecipato le RSU dei siti assistite dalle strutture provinciali, e la direzione aziendale rappresentata da Flavio Villa e dai responsabili delle quattro Business Unit e relativi HR.

L’Azienda ha illustrato l’andamento del Gruppo evidenziando come dalla sua “scissione” dalla Abb Spa il fatturato sia incrementato dai 263MLN del 2019 ai 368MLN dell’anno appena chiuso 2022, con particolare riferimento all’incremento del mercato italiano che ha avuto una crescita dai 145MLN del 2019 ai 260MLN nel 2022.

L’Azienda ha comunicato in merito agli investimenti che seguiranno l’andamento positivo dell’ordinato che risulta essere con segnali positivi anche in virtù degli investimenti previsti dal PNRR, in particolare sui due siti produttivi di Monselice dove è previsto un investimento nel reparto avvolgeria, sala prove, nuclei e un nuovo layout della fabbrica, e per Lodi dove verrà completato il rifacimento della palazzina uffici.

Per quanto riguarda l’organico sul territorio nazionale suddiviso tra le sedi di Milano, Lodi, Monselice, Santa Palomba-Roma e Genova sono impiegati circa 900 lavoratrici e lavoratori (il 23% dell’organico è composto da donne con l’obiettivo di raggiungere il 25% entro il 2025) con previsioni anche per il 2023 di un ulteriore incremento dell’organico funzionale all’aumento della capacità produttiva.

L’Azienda ha comunicato che a partire da Luglio 2023 verrà implementato il nuovo sistema di rilevazione presenze (e relativa introduzione delle indennità di trasferta previste dall’accordo integrativo) e che entro l’anno verrà ultimato il passaggio dei programmi gestionali che ad oggi sono gestiti ancora dai vecchi applicativi di Abb Spa.

La Rsu e le OO.SS. hanno sottolineato l’esigenza di interventi strutturali in particolar modo in merito al problema del microclima nei reparti produttivi e alla Sicurezza sebbene non si siano rilevati incidenti gravi le evidenze delle segnalazioni poste dalle lavoratrici e lavoratori meritano un approfondimento con i RLS di sito ed un continuo monitoraggio sulla risoluzione delle stesse.

Per quanto riguarda l’organico è stato segnalato che l’aumento dell’organico deve passare dalla stabilizzazione dei contratti di somministrazione in essere e che vanno insediate, come previsto dall’accordo integrativo, le commissioni paritetiche sull’inquadramento professionale.

A tal proposito la RSU congiuntamente alle relative strutture territoriali nei prossimi giorni formalizzeranno le nomine dei propri componenti.

Appare infine evidente, considerato che l’Azienda occupa sul territorio un numero consistente di lavoratrici e lavoratori e che le quattro Business Unit in cui opera Hitachi Energy sono tutte presenti nel territorio nazionale, che nelle prossime settimane verrà verificata e successivamente formalizzata la richiesta di attivazione del CAE (Comitato Aziendale Europeo) al fine di aver un maggior flusso di scambio di informazioni anche sulle politiche industriali a livello Europeo.

Fiom-Cgil territoriali di Padova, Lodi e Roma Sud

Roma, 6 giugno 2023

Attachments:
FileFile size
Download this file (23_06_06-Hitachi-energia.pdf)Hitachi Energy Italia. Primo incontro di Gruppo128 kB

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search