Lunedì, 27 Maggio 2024

Telespazio. Proclamato lo stato di agitazione di tutto il personale

LOGOFIOM-180X120

Dopo diverse richieste di incontro inviate all'azienda sui tanti problemi aperti in questo momento praticamente in tutte le sedi della società, ad oggi l'azienda non ha ancora risposto positivamente alle nostre sollecitazioni.

La situazione gravissima dei siti di Scanzano e Napoli, le forzature sui turni a Lario e al Fucino, le incomprensibili procedure aziendali attivate senza nessun confronto con la rappresentanza sindacale, i problemi di sicurezza e igiene denunciati più volte, i grossi problemi di prospettiva delineati nel piano industriale fatto di tagli alle attività e disinvestimenti, la definizione del premio di risultato 2015, debbono essere affrontati in un tavolo di coordinamento nazionale senza ulteriori perdite di tempo.

Poiché le sollecitazioni e le urgenze manifestate da tempo non hanno trovato la dovuta attenzione da parte aziendale e considerato l'aggravarsi dei problemi già denunciati, la scrivente OO.SS., unitamente al coordinamento nazionale delle RSU, proclama lo stato di agitazione di tutto il personale.

Si comunica inoltre che, se non verrà fissato un incontro su tali problematiche in tempi brevi, verranno convocate assemblee in tutti i siti per decidere ulteriori azioni di lotta senza escludere la proclamazione di uno sciopero.

Si comunica inoltre che in riferimento all'accordo sulla "salvaguardia impianti", lo stesso dovrà essere applicato esclusivamente per gli impianti e le attività esistenti all'atto della stipula (1994). Per tutte le altre attività si dovrà procederà come da legge nazionale vigente.

 

Fiom nazionale

 

Roma, 5 giugno 2015

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search