Mercoledì, 17 Aprile 2024

Telespazio E-Geos. Siglata l’ipotesi di accordo integrativo

Nel pomeriggio del 21 Marzo, il coordinamento nazionale RSU Telespazio – E-Geos, le segreterie nazionali e territoriali di Fim Fiom e Uilm, presso la UIR di Roma, hanno raggiunto l’accordo con la Direzione Aziendale per il rinnovo dell’accordo integrativo 2024 – 2026.

Un rinnovo che ha visto una discussione intensa ed articolata per tutto il secondo semestre 2023 che si era conclusa, nel mese di Dicembre, con distanze importanti su alcuni temi che il Coordinamento Nazionale aveva identificato come centrali per qualificare l’intero integrativo.

La ripresa del negoziato ha permesso di identificare soluzioni idonee e specifiche che hanno permesso di colmare le distanze e traguardare un’intesa condivisa che trasforma la dichiarata crescita aziendale alla redistribuzione del suo valore ai lavoratori e le lavoratrici che la realizzano.

La sottoscrizione del nuovo integrativo attiva le parti economiche sottoscritte nei mesi precedenti a firma tecnica e il mancato assorbimento sui minimi contrattuali per il 2024, con l’impegno tra le parti di continuare a identificare soluzioni specifiche alla luce dell’evoluzione della trattativa inerente il rinnovo del CCNL.

Di seguito la tabella di sintesi inerente le parti economiche:

I testi sottoscritti sia sulle parti economiche che di natura normativa, danno particolare rilevanza e assoluta concretezza al modello di relazioni industriali che fa, del confronto azienda-sindacato, l’elemento distintivo, nel rispetto del ruolo di ciascuna delle parti.

I valori 2024, 2025 e 2026 incrementeranno la quota del variabile fino al raggiungimento dei 3.300, raggiunto il quale la quota eccedente, (450 euro) sarà consolidata, in misura pari all’85%, senza riproporzionamenti di scala, anche per il personale in A1, e confluirà nella voce EDR 2021, permettendo di trasformare salario variabile in salario fisso.

PDR 2022 erogato nel luglio 2023: Le parti hanno condiviso un importo onnicomprensivo pari a 120 euro per i lavoratori Telespazio e 285 euro per i lavoratori di E-Geos, in quota welfare, che avevano diritto al PDR 2022 e in forza a giugno 2024, data di erogazione dell’importo.

Inoltre, sono stati analizzati e definiti ulteriori capitoli che normano istituti esistenti e ne introducono di nuovi:

• MERCATO DEL LAVORO: Ai lavoratori in somministrazione verrà comunicata preventivamente due mesi prima della scadenza del contratto da parte dell’azienda, la conferma degli stessi a tempo indeterminato. Inoltre, viene definito tra le parti che in presenza di attività svolte dai dipendenti delle aziende in appalto, qualora svolgano analoghe mansioni a quelle presenti in Telespazio – E-Geos, verrà applicato loro il CCNL dei metalmeccanici.

• WELFARE: E’ stata contrattata una polizza sanitaria aggiuntiva al piano metasalute MS2 per tutto il personale, differenziata tra i lavorativi fino al livello B3 e una specifica per il livello A1, l’incremento del contributo a carico azienda su Cometa dello 0,5% rispetto ai massimali previsti dal CCNL, una polizza vita in caso di morte o inabilità al lavoro con riconoscimento di una RAL per gli eredi di 1°grado permessi aggiuntivi, a quelli già esistenti contrattualmente e legislativamente, così suddivisi: un giorno per i figli fino a 6 anni, 3 giornate per i dipendenti con famigliari disabili, e 5 giornate complessive per gli esami finali legati a lauree, diplomi e master, compresi gli esami per l’abilitazione agli albi professionali.

• Trasferte Italia: Migliorata e semplificata la normativa, incrementata la quota dei massimali per i pasti: 30€ per il pranzo, 35€ per la cena con possibilità di presentazione di un unico giustificativo, in questo caso il massimale è di € 55. Migliorati i trattamenti previsti per le attività Field Service e Presidi Militari oltre al riconoscimento di una indennità forfettaria di €300 per le trasferte lunghe.

• Indennità di base: E’ stata introdotta l’indennità di base a tutte attraverso una progressione degli importi così definita: 10€ a partire da 01/03/2024; 15€ da 01/01/2025; 20€ da 01/01/2026. Incrementati i valori di rimborso Km per utilizzo macchina propria a 0.40 €/Km.

• Riduzione Orario di Lavoro: A partire dal secondo semestre 2024 si avvierà la sperimentazione di forme di riduzione di orario di lavoro per il personale non remotizzabile. I presupposti per ridurre l’orario di lavoro sono quelli di mantenere la produttività a fronte di minori prestazioni lavorative, mediante efficientamenti dell’organizzazione del lavoro. La riduzione di orario potrà prevedere una durata iniziale di 12 ore mensili che potranno essere elevate a 16 ore dopo le fasi di verifica intermedia. Le ore di riduzione saranno per due terzi a carico azienda e per un terzo a carico lavoratore.

• LAVORO AGILE: Viene confermato lo smart working come strumento strutturale e modalità flessibile per lo svolgimento dell’attività lavorativa. Lo smart working non modifica la posizione del dipendente nell’organizzazione aziendale né il sistema di diritti, obblighi e doveri del dipendente. E’ inoltre stato esteso il principio per cui lo smart working è altresì strumento particolarmente indicato per supportare la gestione di situazioni individuali particolari, come fragilità od esigenze di cura/genitorialità, ad es.:

- lavoratori in condizioni di disabilità certificata ai sensi dell’art. 3 della legge n. 104/92;

- lavoratori c.d. fragili e/o affetti da patologie gravi come previsto dal CCNL certificate dal medico specialista e convalidate dal medico competente;

- lavoratori che assistono un familiare convivente (incluso il coniuge o il convivente) con disabilità grave certificata ai sensi dell’art. 3, comma 3, legge n. 104/92 (c.d. caregiver);

- lavoratrici in gravidanza a decorrere dalla data di comunicazione dello stato di gravidanza all’Azienda e fino all’inizio del periodo di astensione obbligatoria dal lavoro;

- lavoratrici e lavoratori con figli (anche adottati/affidati) fino a 3 anni di età, fermo restando quanto previsto dalle vigenti disposizioni legali in materia di tutela della maternità/paternità.

Rafforzato il ruolo delle RSU le quali monitoreranno quanto previsto nel capitolo Lavoro Agile in modo particolare attraverso il confronto a livello di Sito con gli HR per analizzare eventuali motivi ostativi all’accoglimento delle richieste di svolgimento della prestazione.

• Premi di Anzianità: A decorrere dal 1° Gennaio 2027, è istituito il Premio di Anzianità Telespazio – E-Geos, a partire dal compimento del 3° anno di anzianità aziendale, con quote annuali di Premio crescenti in ragione della maggiore anzianità di servizio maturata, senza differenziazioni legate ai livelli di inquadramento. Il Premio è erogato sotto forma di valori annuali di Welfare e/o ore di permesso aggiuntivo come riportate in tabella.

 

ANNI DI ANZIANITA’ AZIENDALE

VALORI ANNUALI DI WELFARE

PERMESSI ORARI CORRI-SPONDENTI

DAL

AL

3° anno

10° anno

60

4 ore

11° anno

20° anno

100

8 ore

21° anno

30° anno

140

14 ore

31° anno

40° anno

e oltre

180

18 ore


• BUONO PASTO: A partire dal 01 ottobre 2024 il valore del buono pasto, sia per il personale in presenza che in smartworking sarà incrementato a 8 Euro, dal 01 ottobre 2025 a 8,5 euro e dal 01 ottobre 2026 a 9 euro.

Come FIM FIOM UILM riteniamo, il risultato raggiunto, estremamente importante, per le Lavoratrici e i Lavoratori ma anche per tutto il comparto, che vede, con questa intesa il completamento degli integrativi del settore difesa ed aerospazio, che testimonia una contrattazione di 2° livello, diffusa capillarmente e aggiuntiva a quella prevista dal CCNL dei metalmeccanici.

Un’intesa, che riconosce il valore delle professionalità e delle competenze e, rafforza le prospettive industriali attraverso la definizione delle linee strategiche finalizzate alla crescita complessiva dell’azienda in un comparto che avrà di fronte sfide importanti da affrontare e vincere.

Dopo questo risultato, FIM FIOM UILM inizieranno le assemblee in tutti i siti per illustrare i contenuti dell’accordo a cui seguirà il voto da parte delle lavoratrici e dei lavoratori per la validazione dell’ipotesi d’accordo raggiunta.

FIM-FIOM-UILM Nazionali

Roma, 21 marzo 2024

Tags:

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search