Domenica, 23 Giugno 2024

Italtel: firmato l’accordo di Cds in attesa nuovo piano industriale

In data 27 maggio 2024, si è svolto in Assolombarda l’incontro tra Italtel, Fim-Fiom-Uilm nazionali e le Rsu dei tre siti, per esperire la procedura di licenziamento collettivo come previsto nell’accordo del 6 maggio scorso che prevede la possibilità di aderire al piano di uscite su base volontaria attraverso la non opposizione al licenziamento.

Prima di procedere alla sottoscrizione dell'accordo di esame congiunto il coordinamento nazionale ha chiesto chiarimenti circa la pessima gestione dei passaggi informativi interni all'azienda nelle ore immediatamente successive alla firma dall'accordo di CdS del 6 maggio e che, a detta dell'azienda, sono frutto di una serie di "iniziative personali" da parte dei responsabili che hanno comunicato ai lavoratori ed alle lavoratrici la percentuale di CdS che gli sarebbe stata applicata a partire dal 1 giugno, senza dare il tempo, alle organizzazioni sindacali e alle Rsu, di scrivere un comunicato e organizzare le assemblee per presentare l’accordo firmato.

Inoltre nei giorni successivi, altri responsabili, avrebbero fatto circolare tra i lavoratori e le lavoratrici l'informazione sul fatto che ci fosse la possibilità che l’accordo potesse prevedere impatti diversi, ampliando la platea del personale sospeso in ammortizzatore sociale spalmandone quindi la ricaduta, richiesta questa avanzata più volte in fase di trattativa dalle delegazioni Sindacali ed evidentemente non accolta da Italtel. Italtel ha confermato che gli impatti della solidarietà sono stati ampiamente discussi in diretto rapporto tra HR, i primi livelli e il Management.

La mancata gestione di corrette relazioni sindacali toglie credibilità ad Italtel e causa il diffondersi di informazioni distorte che confondono ulteriormente i lavoratori e le lavoratrici.

Il coordinamento nazionale continuerà il confronto con Italtel monitorando la gestione del CdS nei prossimi mesi con particolare attenzione alla formazione ed alla ricollocazione del personale in attesa che la società presenti il nuovo Piano Industriale nel prossimo autunno.

Coordinamento nazionale Rsu Italtel

Fim, Fiom, Uilm nazionali

Roma, 29 maggio 2024

Tags:

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search