Venerdì, 21 Giugno 2024

Ibm assente ingiustificata: Venerdì 5 febbraio 2016 - Sciopero nazionale

logo ffu-ok

300 persone cedute a Modis durante le feste natalizie, voci sempre più insistenti di ulteriori ed importanti tagli occupazionali dei dipendenti Ibm nel 2016.

Eppure Ibm continua a fuggire dalle proprie responsabilità sociali ed istituzionali, negandosi ad un confronto reale presso il Ministero dello Sviluppo Economico e presso le regioni coinvolte.

Ibm si è limitata a comunicare che anche nel 2016 sono previste assunzioni di giovani neolaureati: peccato che negli ultimi anni per un giovane assunto vengano dichiarati molti più esuberi, guarda caso di dipendenti over 45 anni, segno che non c'è nessuna politica di aumento del business e dell'occupazione ma solo di abbattimento del costo del lavoro.

Il Governo Renzi, aldilà delle roboanti dichiarazioni sul ruolo delle Multinazionali in Italia, è interessato a trovare soluzioni al caso Ibm?

Le Regioni interessate cosa stanno facendo per cambiare l'atteggiamento della Multinazionale?

Il giorno 5 febbraio, venerdì, ci sarà sciopero nazionale per il gruppo IBM e Modis, con iniziative locali decise dalle Rsu.

Governo e Regioni devono decidere se stare concretamente con le Multinazionali o con i lavoratori (e cittadini) italiani.

Le dichiarazioni di facciata non risolvono i problemi, il tavolo Ministeriale con la presenza di tutti i soggetti può invece aiutare a trovare soluzioni condivise ed evitare ulteriori drammi occupazionali.

 

Fim, Fiom, Uilm nazionali

Coordinamento nazionale Ibm e Modis

 

Roma, 1° febbraio 2016

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search