Venerdì, 13 Dicembre 2019

Alstom. Contrattazione integrativa: il confronto prosegue

logo ffu ok

 

Nei giorni 25 e 26 luglio 2017, presso la sede di Assolombarda, si è svolta una sessione di trattativa per il rinnovo della contrattazione integrativa di Alstom Italia.

Nel corso della prima giornata il Coordinamento sindacale ha esposto alla Direzione le osservazioni ai testi consegnati nei giorni precedenti e relativi al “sistema di relazioni sindacali” e a una sorta di “indice/premessa” a quanto verrà poi definito complessivamente. In particolare il Coordinamento sindacale ha confermato la disponibilità a “armonizzare” i trattamenti nei vari siti, solo a condizione di non intaccare o peggiorare alcun istituto normativo o retributivo e comunque la volontà di ottenere con le richieste contenute nella “piattaforma”, dopo quasi 10 anni, i miglioramenti rivendicati per tutti i dipendenti.

La Direzione aziendale ha poi avanzato una serie di proposte e ragionamenti in materia di orario di lavoro e permessi che – nelle intenzioni dell’Azienda – dovrebbero semplificare e uniformare i trattamenti dei lavoratori in tutti i siti.

Rispetto a questa impostazione, il Coordinamento sindacale ha osservato che alcune delle modifiche, per come sono state proposte, possono avere impatti negativi in alcuni siti e per alcuni gruppi di lavoratori e ha espresso la necessità di un maggiore approfondimento in una successiva sessione di trattativa.

Nella giornata del 26 luglio la Direzione ha poi formalizzato nel dettaglio la propria proposta per il nuovo “premio di risultato” e ha illustrato quanto sta facendo per quanto riguarda il collocamento delle persone diversamente abili. Su quest’ultimo punto le precisazioni aziendali e il progetto sperimentale per tentare di inserire nelle attività di test del software del sito di Bologna 5 persone con disabilità psichiche, hanno trovato un apprezzamento da parte del Coordinamento che comunque ha invitato l’Azienda a continuare su questa strada.

Sul Premio di risultato, la Direzione aziendale ha offerto dei dettagli maggiori sull’impostazione della sua proposta che prevede due parametri finanziari, (i ricavi e il margine industriale che peserebbero il 60% dell’intero premio), un parametro sulla sicurezza, (l’IPR1 che peserebbe il 10%) e due parametri di sito, (i costi della non qualità e la puntualità delle consegne che peserebbero ciascuno il 15%). Inoltre l’Azienda ha specificato che i primi due parametri, quelli finanziari, stabilirebbero anche una sorta di “soglia” che se non raggiunta determinerebbe l’azzeramento dell’intero premio.

Il Coordinamento ha confermato il giudizio negativo già espresso anche nei mesi precedenti e ribadito che, comunque, occorre avere risposte su tutti i temi della piattaforma presentata.

Le Parti hanno quindi convenuto di aggiornare la trattativa all’11 settembre, riunione nella quale la Direzione completerà le risposte e fornirà i chiarimenti richiesti, e al 19 settembre, riunione nella quale invece sarà il Coordinamento sindacale (che si riunirà già il precedente giorno 18) a replicare complessivamente alle posizioni aziendali sulle richieste della piattaforma sindacale.

 

Fim, Fiom, Uilm nazionali e territoriali

Il Coordinamento sindacale Alstom Italia

 

Roma, 28 luglio 2017

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search