Giovedì, 21 Novembre 2019

Com.Tel. Incontro con la Direzione

In data odierna, presso la sede aziendale, si è svolto l’incontro tra la dirigenza COM.TEL, le Rsu e le strutture Fiom-Cgil territoriali.

Nel corso della riunione si è effettuata una disanima relativa allo stato di salute aziendale che si conferma in ripresa, con una stima di chiusura di bilancio in positivo, grazie alle buone performance della divisione “enterprise”, mentre il segmento reti di accesso continua a registrare risultati insufficienti, per volumi e per ricavi.

Se da un lato Huaewei e Zte hanno incrementato gli investimenti rispetto al 2018, questo non è riscontrato per Tim, con conseguenze negative in termini di fatturato, che necessiterebbe di essere incrementato per consentire alla società di generare utili più consistenti e di conseguenza una redistribuzione della marginalità anche ai dipendenti.

Sottolineata dall’azienda anche l’esigenza di una maggiore competitività, importante elemento che ̶ a nostro avviso ̶ non può discernere dall’aumento delle attività che auspichiamo possa svilupparsi con maggiore rapidità.

In merito alle diverse manifestazioni d’interesse circa il controllo di COM.TEL, la delegazione aziendale presente ha ribadito l’intenzione di preservare l’integrità aziendale, smentendo ipotesi di scorporo tramite cessione di ramo d’azienda.

A livello commerciali i brand COM.TEL e Bragamoro sono ritenuti appetibili, di conseguenza gli interessamenti da parte di soggetti terzi sono indirizzati sul controllo dell’intero gruppo, senza conseguenze dirette sul piano occupazionale.

Esaurita questa prima fase si è passati alla discussione prettamente sindacale con alcune richieste di seguito riportate:

1) Testo unico accordi integrativi

Abbiamo proposto a COM.TEL la definizione di una raccolta delle varie intese sindacali realizzate nel tempo, con l’obiettivo di condividere un unico testo della contrattazione integrativa vigente.

A tal proposito abbiamo avanzato all’azienda un testo affinché proceda alle relative verifiche.

2) Ferie e PAR in negativo

Abbiamo chiesto a COM.TEL di fornirci il dato al 31 ottobre, in modo da conoscere la situazione in dettaglio, azzerando i saldi negativi al 31 dicembre 2019.

3) Flessibilità

Per il 2020 abbiamo avanzato all’azienda un diverso modello di gestione basato sulla flessibilità prevista dal Ccnl, ovvero l’opportunità di realizzare un accordo sulla gestione flessibile dell’orario di lavoro che superi definitivamente la pratica dei riposi annui in negativo.

COM.TEL, manifestando una qualche disponibilità a farsi carico dei riposi annui negativi per gli addetti delle reti, si è riservata un approfondimento su tutte le richieste avanzate, impegnandosi a fornire risposte nel merito entro il mese di novembre.

Infine, in materia di salute e sicurezza, l’azienda ci ha confermato la dotazione di n° 80 dispositivi di emergenza per i lavoratori singolisti, raccomandandone la distribuzione a tutti gli interessati.

Fiom-Cgil territoriali e Rsu

Fiom-Cgil nazionale

 

Roma, 31 ottobre 2019

Attachments:
FileFile size
Download this file (3718 - COMTEL comFiom 31.10.2019.pdf)Com.Tel. Incontro con la Direzione111 kB
Tags:

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search