Venerdì, 28 Febbraio 2020

Fincantieri. Papignani: “Intollerabile atteggiamento della Regione Sicilia, il Governo convochi un tavolo con il presidente Crocetta”

LOGOFIOM-180X120

 

Bruno Papignani, coordinatore nazionale Fiom-Cgil per Fincantieri, ha rilasciato oggi la seguente dichiarazione.

Questa mattina i delegati e i membri dei direttivi Fim, Fiom, Uilm della Fincantieri di Palermo si sono recati all’assessorato alle Attività produttive della Regione Sicilia per protestare circa l’irresponsabile atteggiamento della Regione in merito alla costruzione di un nuovo bacino, necessario per garantire lo sviluppo del cantiere di Palermo.

Per discutere di questo, già nel mese di settembre 2014 si è tenuto, su richiesta della Fiom, un incontro al ministero dello Sviluppo economico, con la presenza della Regione Sicilia e del Comune di Palermo e, in quella sede, pur ammettendo ritardi, la Regione si impegnò con tutte le organizzazioni sindacali e con il Governo a definire un accordo di Programma per dare il via alle procedure e ai finanziamenti per il nuovo bacino entro il mese di dicembre 2014.

Da allora non solo non si è fatto più niente, ma pare che la decisione sia stata rimessa in discussione. A questo punto non possiamo tollerare un atteggiamento così inaffidabile della Regione Sicilia e la leggerezza con cui vengono affrontati problemi legati allo sviluppo produttivo e occupazionale del territorio.

Il disinteresse e la superficialità del presidente Rosario Crocetta è intollerabile, per questo la Fiom nazionale condivide la presa di posizione di Fim, Fiom e Uilm della Fincantieri di Palermo e chiederà che sia immediatamente riconvocato un incontro al ministero dello Sviluppo economico alla presenza del Presidente della Regione Sicilia.

 

Fiom-Cgil/Ufficio Stampa

 

Roma, 6 febbraio 2015

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search