Domenica, 17 Novembre 2019

Kone. Il Kfm è il punto su cui si gioca l'accordo

logo ffu-ok

In data 1 aprile 2016, presso l’Assolombarda di Milano, si è svolto l’incontro tra la direzione aziendale ed il coordinamento nazionale assistito dalle OO.SS. nazionali e territoriali.

L’azienda, in via preliminare, ha illustrato l’acquisizione di un’azienda con 4 dipendenti e 500 impianti e la perdita della manutenzione della metropolitana di Milano.

Il coordinamento Rsu ha replicato al documento consegnato dall’azienda nell’incontro precedente ed ha espresso una prima valutazione sul documento afferente alle relazioni industriali.

E’ stata manifestata la disponibilità all’accorpamento delle qualità riferite all’indennità speciale di reperibilità (1.050 €) ed all’indennità speciale tecnologica (780 €) ovviamente a crescere con il recupero del trascinamento del TFR. E’ stato precisato che i servizi minimi garantiti dovranno vedere scadenza con i tempi dell’accordo il tema della reperibilità è stato affrontando precisando che la volontarietà va garantita come la garanzia del servizio.

Il tema su cui è stato chiaramente indicato il dissenso rispetto all’impostazione aziendale è l’uso del KFM.

Il coordinamento ha assunto l’uso del KFM come strumento di lavoro ma ha rivendicato che l’uso delle rilevazioni non sia anche per prendere provvedimenti nei confronti dei lavoratori. Inoltre ha ritenuto insufficiente il documento sulle relazioni industriali in quanto non affienisce in maniera chiara i livelli del confronto e le materie.

L’incontro non è entrato nel merito degli importi da erogare dei lavoratori nel momento in cui vengono raggiunti gli obiettivi.

L’azienda ha chiesto un tempo per dare risposte alle sollecitazioni indicate dal coordinamento e dalle OO.SS. e ne contempo ha dichiarato la propria ferma volontà di utilizzare il KFM con tutte le sue potenzialità ivi compresa il controllo dei lavoratori.

Il coordinamento Rsu unitamente alle OO.SS. hanno ribadito che l’uso del KFM dovrà essere regolato senza che vi sia la possibilità di prendere provvedimenti disciplinari nei confronti dei lavoratori.

Per il coordinamento e le OO.SS. questo rimane un punto qualificante di un eventuale accordo. Le parti si sono aggiornate al 22 aprile 2016.

Fim, Fiom, Uilm nazionali

Roma, 4 aprile 2016

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy