Sabato, 23 Gennaio 2021

Telespazio/Cira: sul trasferimento dei lavoratori da Napoli la Fiom è contraria, un nuovo incontro a fine luglio

LOGOFIOM-180X120

 

Si è tenuto il giorno 15 luglio u.s. l'incontro con i rappresentanti di Finmeccanica e Telespazio, con la partecipazione CIRA, per un'analisi della situazione e una valutazione su possibili progetti e attività da assegnare alla sede di Napoli.

Finmeccanica nel confermare lo spostamento della sede da Napoli al CIRA (Capua), ha dichiarato la propria disponibilità a ricercare collaborazioni comuni per implementare le attività e le risorse dedicate alla sede ma ha aggiunto che allo stato attuale, già i cinque lavoratori individuati per il progetto MISTRAL rappresentano un investimento (considerato che lo stesso non è stato ancora finanziato).

Per Finmeccanica in nessun caso i lavoratori possono rimanere su Napoli a "vuoto Lavoro", pena l'apertura delle procedure di legge previste in questi casi.

Il CIRA da parte sua ha dichiarato che è in via di definizione l'accordo con la Telespazio per lo spostamento della sede presso le sue strutture, l'intesa dovrebbe comprendere uno spazio uffici e due laboratori di ricerca. Ha inoltre confermato che attualmente il progetto MISTRAL non è ancora finanziato ma si è dimostrato fiducioso che lo sarà a breve.

Il prof. Carrino del CIRA ha aggiunto che alcuni progetti con l'ASI, lo stesso CIRA e la Regione Campania, potrebbero aumentare il numero di risorse attualmente in discussione con la Telespazio.

Finmeccanica e Telespazio su queste basi hanno comunicato la loro intenzione di procedere al trasferimento del personale, dopo un periodo di trasferta di tre mesi. Durante questo periodo, qualora uscissero prospettive concrete, saranno aumentate le risorse attualmente previste.

Come Fiom-Cgil abbiamo richiesto di non spostare le risorse da Napoli remotizzando le attività e prevedendo momenti di incontro su Roma quando necessario (come attualmente sta già avvenendo). Questo per non disperdere un gruppo che altrimenti, di fronte alla prospettiva del trasferimento, si disgregherebbe perdendo quelle capacità da tutti riconosciute.

Considerato quanto affermato da Finmeccanica e dal CIRA, abbiamo inoltre richiesto di procedere ad una verifica urgente delle possibilità concrete per assegnare nuovi progetti sulla sede di Napoli con la Regione Campania e anche con l'ASI (ci risulta inoltre che potrebbe essere finanziato un progetto sulla realizzazione di micro e nano satelliti con la collaborazione di diverse regioni). In questo contesto abbiamo anche ricordato il verbale sottoscritto il 10 marzo u.s.

Finmeccanica ha confermato la validità dell'intesa raggiunta ma ha ribadito la propria posizione sul resto, aprendo solamente ad un miglioramento delle condizioni economiche per il trasferimento.

Si è deciso quindi di aggiornare l'incontro a livello aziendale al 30 luglio p.v., presso l'Unione Industriali di Roma.

 

Fiom nazionale

 

Roma, 17 luglio 2015

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search