Venerdì, 21 Giugno 2024

A Termoli la Fenice fa l'autoritaria: sciopero

La direzione dell’Unità operativa della Fenice di Termoli con un atto unilaterale ha comunicato, con affissione in bacheca il 25 aprile 2016, il nuovo orario di lavoro con decorrenza 2 maggio.

La nuova turnazione prevede l’aumento delle squadre per ottenere un risparmio di efficienza del 10%, ma ciò avverrebbe con la riduzione del numero dei lavoratori per ogni squadra, la polivalenza non riconosciuta in termini di inquadramento e di salario delle mansioni di ogni singolo lavoratore, l’impiego a rotazione degli stessi su tre turni più il centrale, con conseguente perdita salariale. Infine, non sarebbero programmabili con certezza i riposi settimanali e si determinerebbe un aumento complessivo dell’orario di lavoro. A questa situazione si può rispondere anche rivedendo gli organici e assumendo il personale necessario.
La Fiom Molise considera inaccettabile il comportamento della direzione aziendale per la decisione assunta unilateralmente e per le posizioni tenute nell'incontro del 28 aprile convocato per trovare un accordo che soddisfacesse sia le esigenze della produzione che quelle dei lavoratori.
Lo sciopero indetto dalla Rsu Fenice Termoli, a partire dal 28 aprile, è stato discusso e deciso con tutti i lavoratori e si è reso necessario proprio a seguito delle mancate risposte positive dell’azienda alle proposte avanzate dai delegati sindacali relative alle criticità sopra esposte.

E’ possibile trovare un’intesa, nel solco dei contenuti dell’accordo di gruppo.

L’azienda receda da atti unilaterali e tratti con il sindacato le condizioni per stipulare un accordo.

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search