Venerdì, 23 Febbraio 2024

Abb di Dalmine: nell’elezione dei delegati sindacali il 49% dei voti alla Fiom-Cgil.

LOGOFIOM-180X120

Alle urne ieri e oggi chiamati 650 lavoratori. Hanno votato in 450

Alla ABB di Dalmine si è votato ieri e nella giornata di oggi per l’elezione dei nuovi rappresentanti sindacali: al voto erano chiamati i 650 dipendenti in organico. Hanno espresso la loro preferenza in 449 (erano stati 375 nella tornata precedente, nel gennaio 2012).

La lista della FIOM-CGIL ha ottenuto il 49,1% dei voti (217), quella della FIM-CISL il 34,7% (153 voti), mentre i candidati UILM-UIL il 16,2% (72 voti, nulle e bianche 7. Durante l’elezione precedente, tre anni fa, la FIOM ottenne il 44,8% (168 voti) , la FIM-CISL il 38,9% (146 voti), la UILM-UIL il 16% (60 voti).

La nuova RSU è dunque composta da 5 delegati FIOM-CGIL (prima erano 4), da 3 FIM-CISL (erano 4) e da 2 UILM-UIL (confermando la presenza precedente).

“Il risultato è davvero importante per tutti, perché abbiamo registrato una partecipazione sensibilmente più alta rispetto al passato” ha commentato poco fa Fabio Mangiafico della FIOM-CGIL provinciale. “In più, la FIOM arriva a sfiorare il 50% dei voti, guadagnando un numero rilevante di voti. I lavoratori hanno dunque scelto di dare la loro fiducia alla nostra organizzazione, cosa che ci onora. Per questo ci impegneremo per essere all’altezza delle aspettative. Tra le nostre priorità immediate, come già detto nelle assemblee, c’è quella di far stabilizzare i lavoratori precari”.

Alla vigilia del voto, il 23 aprile scorso, era intervenuto ad una delle assemblee organizzate dalle RSU e dalla FIOM-CGIL il leader nazionale delle tute blu CGIL Maurizio Landini.

Landini aveva sottolineato come l’elezione in ABB fosse ancora più importante perché fissata alla vigilia della presentazione delle piattaforme per il rinnovo del Contratto nazionale e perché, per effetto dell’accordo del gennaio 2013, il voto dei lavoratori, oltre che riguardare le rappresentanze di fabbrica, avrebbe determinato anche i livelli di rappresentanza delle organizzazioni sindacali sul tavolo nazionale. ABB, poi, secondo Landini  è una delle realtà che determinano gli indirizzi contrattuali di Federmeccanica.

 

Bergamo, 29 aprile 2015

 

www.fiom.bergamo.it

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search