Lunedì, 27 Maggio 2024

Schindler. Una prima valutazione positiva

logo ffu-ok

In data 20 aprile 2015 presso Assolombarda Milano si è svolto l'incontro di informativa annuale tra la Schindler e il Coordinamento Rsu, assistito da Fim, Fiom, Uilm, nazionali.

L'Azienda ha illustrato gli andamenti del 2014 segnalando gli aspetti positivi in particolare la dinamica del recupero crediti e l'andamento degli infortuni e gli aspetti meno positivi come il numero di impianti venduti che hanno segnato una drastica riduzione cosi come si avvertono criticità per quanto concerne la manutenzione. 

L'Azienda ha comunicato anche il proseguimento della politica di acquisizioni nonché la strategia di vendite che viene perseguita che prevede attenzione alla marginalità e alla solvibilità dei clienti. Anche per quanto concerne le assunzioni si segnala un lieve incremento dell'occupazione. Il 2014 è stato caratterizzato da un importante programma di addestramento e formazione che ha coinvolto 428 lavoratori per 5330 ore complessive.

La Schindler ha poi comunicato i risultati degli indicatori del Pdr, anche in ragione dell'integrativo approvato a gennaio 2015 e rapportati ai precedenti indicatori ed il derivato economico. Il complessivo determina un risultato economico pari a 1010 € con un saldo che verrà erogato a giugno pari a 570 € secondo la scala parametrale prevista dall'accordo. Il Coordinamento Rsu unitamente alle OO.SS. hanno espresso una prima valutazione positiva per l'anno 2014 che dovrà essere confermata negli anni di durata dell'integrativo.

Il Coordinamento Rsu ha poi sollevato il tema dei tickets restaurant che risultano di difficile spendibilità in alcune aree del paese. Inoltre, hanno indicato la non condivisione rispetto alla franchigia di mezz'ora per i tempi viaggio, fuori dalla cerchia urbana, non prevista da nessun accordo e rispetto ad una prassi che prevedeva 15 minuti e, anche, richiesto il ripristino della situazione precedente. Hanno altresì rivendicato la riscrittura a chiarimento delle attività svolte oltre le 21, nonché la definizione del punto di partenza come il comune entro la cerchia urbana con il maggior assemblamento di impianti. L'Azienda ha ribadito che, per quanto riguardava la consuetudine aziendale, si è sempre praticata la mezz'ora di franchigia, ha richiesto maggiori dettagli per le aree scoperte per la fruibilità dei tickets, e ha confermato il perimetro della cerchia urbana come punto di partenza.

Le OO.SS., unitamente al Coordinamento, hanno richiesto la verifica rispetto ai tempi di franchigia in considerazione  del fatto che anche le transazioni sono avvenute sui 15 mn. Le parti hanno inteso affrontare il chiarimento nel prossimo incontro. 

 

Fim, Fiom, Uilm nazionali

 

Roma, 24 aprile 2015

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search