Martedì, 23 Aprile 2024

Mbda Italia. Quarto incontro su integrativo, si intravede la luce

Nella giornata di ieri, 20 giugno, in Roma presso la Uir, ci si è incontrati per la quarta volta. L’incontro tra le Segreterie nazionali di Fim-Fiom-Uilm, il Coordinamento delle Rsu e la Direzione aziendale della Mbda Italia non ha avuto un momento di plenaria e sembrava volgere verso una fase di stallo rispetto alle posizioni del 14 giugno scorso.

La posizione del Coordinamento, delle segreterie territoriali e nazionali era stata chiara e per proseguire il confronto sui due temi riguardanti gli aspetti economici della piattaforma integrativa presentata da Fim-Fiom-Uilm: Premio di Risultato e Target Bonus per le alte professionalità (liv. B3 e A1) ci si attendeva una apertura rispetto alle richieste avanzate:


- PDR: In relazione al modello illustrato nell’ultimo incontro, che prevede una “base line” strutturata sulle Revenues Italia e il R.O.S. di Gruppo e 3 indicatori che misurano, con percentuali diverse, le Ore Dirette, il Margine e l’EBIT Italia, abbiamo ricevuto la disponibilità ad innalzare il valore del montante economico della base line a € 2.500 e di fissare una soglia di ingresso sugli indicatori italiani, consentendo da un lato di innalzare il valore complessivo dell’importo erogabile a regime e dall’altro di proporzionare gli effetti dei singoli indicatori sul montante economico complessivo che quindi consentiranno di veder pagato alla metà il peso gli indicatori.

- Quella di oggi è stata una apertura importante che garantisce un montante economico che anche in situazioni meno brillanti in termini di risultati dovrebbe assicurare un Pdr vicino a quello record che sarà pagato a luglio prossimo.

- TARGET BONUS: I miglioramenti presentati, che recepiscono le richieste fatte nell’ultimo incontro, relativi al nuovo modello che dovrebbe sostituire l’attuale sistema ISBS/SBS, hanno determinato un apprezzabile incremento delle percentuali di erogazione correlate ai valori individuali di R.A.L., hanno migliorato la scala parametrale riferita agli obiettivi individuali, eliminato l’on/off sul valore del cash flow di gruppo e strutturato una clausola di garanzia tra i due modelli per tutta la durata dell’integrativo e per tutto il personale di categoria B3 e A1 attualmente in forza.

- La clausola di garanzia è stata rafforzata e garantirà che nessuno, inclusi neo assunti e neo promossi possa percepire meno di quanto oggi il premio I/SBS - SBS pagherebbe e naturalmente non essendo calcolato in percentuale RAL resterebbe fermo. Riconfermata la disponibilità al pagamento di una cifra di inclusione anche per le performance unsatisfactory o mostly. Un passo in avanti importante che se fosse completato da una quota di consolidamento a garanzia dell’attuale montante economico fisso, creerebbe le condizioni per accettare il nuovo modello.

Il prossimo incontro è stato fissato per il 27 giugno prossimo e sarà focalizzato sul tema della evoluzione industriale è proprio provare a concretizzare il percorso fino a qui fatto.

Fim-Fiom-Uilm nazionali
Coordinamento nazionale Mbda Italia

Roma, 21 giugno 2023

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search