Lunedì, 24 Giugno 2024

Orizzonte Sistemi Navali: finalmente si rivede di nuovo l’orizzonte

Oggi, presso la sede di Orizzonte Sistemi Navali di Roma, alla presenza delle RSU, dei Coordinatori Nazionali e dei rappresentanti territoriali di Genova e Roma è stato presentato Giovanni Sorrentino nuovo amministratore delegato della società.

Già in sé, questa è una novità significativa in quanto, per la prima volta, OSN avrà un suo AD, esclusivamente dedicato allo sviluppo dei programmi e delle attività.

Dopo anni di rapporti concorrenziali, oggi Fincantieri e Leonardo tornano a sviluppare prodotti comuni attraverso una maggiore collaborazione che si manifesta attraverso un importante impulso alla autonomia e alle attività di OSN.

Fincantieri e Leonardo hanno deciso di affidare ad OSN il contatto diretto a livello nazionale con la MM e di sviluppare tutti i programmi in essere e quelli futuri; Orizzonte tornerà, come era stato con lungimiranza intuito nel 1994 (anno della creazione) ad essere il soggetto che, nel ruolo di PRIME CONTRACTOR, recepite le esigenze della Marina Militare Italiana, svilupperà i programmi e le unità che ne comporranno la flotta.

Rispetto ad un recente passato, visto il perdurare di una complicata situazione internazionale e l'aumento delle spese nel settore di tutti i paesi mondiali, i numeri che ci sono stati presentati oggi dall’ ing. Giovanni Sorrentino fanno prevedere un forte sviluppo delle attività di OSN.

I programmi per la difesa “PPX” ed “MCO” avranno un ciclo di vita che terminerà nel 2038, gli investimenti previsti, in questo lungo arco temporale, saranno decisamente consistenti, avvicinandosi a 4 MLD di €.Gli addetti, ad oggi 121 risorse, altamente qualificati, cresceranno in modo importante già nell’anno in corso, l’azienda ha infatti chiarito che nonostante le difficoltà di reperimento di alcune professionalità, confidano, attraverso un costante contatto con le Università, ed attraverso la possibilità di sostegno degli azionisti, di poter raggiungere l’organico necessario allo sviluppo dell’imponente carico di lavoro.

Durante l’incontro abbiamo sottolineato che tale crescita dovrà riconoscere la grande professionalità delle donne e degli uomini che anche nei momenti più difficili si sono adoperati affinché tutti gli obbiettivi fossero raggiunti, ricevendo sempre nel corso degli anni attestati di stima da parte della Marina.

Oggi, registriamo un passo importante fatto dai due campioni della difesa nazionale.

Nel dare un giudizio positivo a questa operazione auspichiamo che anche in altri settori si possano avviare iniziative di collaborazione tra le maggiori aziende in Italia.

FIM, FIOM, UILM NAZIONALI

Roma, 24 gennaio 2024

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy