Mercoledì, 22 Maggio 2024

Telespazio/E-Geos. Firmato accordo su Pdr 2023 e incremento Edr

Il 30 agosto il Coordinamento nazionale Fim-Fiom-Uilm unitamente alle segreterie nazionali e territoriali ha incontrato la Direzione aziendale della Telespazio/E-Geos per riprendere il confronto interrotto lo scorso 2 agosto.

Tema cardine all’ordine del giorno la discussione sull’accordo PdR 2023 con l’obiettivo di beneficiare della detassazione prevista per i Pdr, di modificare l’incidenza degli indicatori per scongiurare altre decurtazioni, come avvenuto nel 2022, e di riaffermare che in virtù del trend di positiva crescita aziendale delle 2 aziende si potesse ragionare di una mitigazione della penalizzazione subita dai Pdr pagati lo scorso luglio.

La Direzione aziendale, accogliendo le richieste avanzate dal Coordinamento ha dato disponibilità a discutere durante la trattativa per il rinnovo dell’integrativo di una cifra aggiuntiva che possa “compensare” la perdita subita, sia da E-Geos che dalla Telespazio.

Nell’accordo del Pdr 2023 è di rilevante importanza aver ribadito la valenza della Commissione di monitoraggio degli indicatori che sarà convocata non oltre il 20 ottobre, e soprattutto aver assunto l’impegno formale, in caso di criticità emergenti, di convocare le segreterie nazionali per individuare gli opportuni correttivi condivisi tra le Parti.

Alla luce di tali modifiche abbiamo ritenuto importante procedere alla firma dell’accordo su Pdr e Target Bonus 2023, che consentirà sia ad E-Geos che alla Telespazio di guardare con fiducia al prossimo PdR e al Target Bonus con maggiori garanzie rispetto a possibili oscillazioni negative.

Firmato inoltre il verbale che stabilisce l’aumento della voce mensile EDR (212,50 €) che per il 2023 sarà erogato in unica soluzione col cedolino di ottobre.

Forniti inoltre dati relativi alle richieste di uscita attraverso la legge Fornero. La fotografia ha evidenziato una richiesta di 32 unità appartenenti al perimetro delle funzioni di staff e 27 richieste tra chi fuori perimetro è invece portatore di criticità che potranno consentirne l’uscita. Da parte aziendale è stata ribadita la disponibilità a gestire individualmente anche la maturazione di requisiti di prossimità alla pensione così da favorire qualche numero aggiuntivo di uscite, rispetto alle 50 previste dall’accordo.

Sono state inoltre fissate due date, il 25 ed il 29 settembre in cui il Coordinamento sarà chiamato a discutere i capitoli dell’integrativo, con la richiesta avanzata da parte di Fim-Fiom-Uilm di concentrarsi prioritariamente su argomenti che sono qualificanti per il Gruppo Telespazio come lo Smart Working, le trasferte estero, la rivalutazione dei Ticket Restaurant e la Reperibilità.

Fim-Fiom-Uilm nazionali valutano positivamente la sottoscrizione degli accordi sul Pdr 2023 e l’Edr che ha ricreato le giuste condizioni per proseguire costruttivamente il confronto per il rinnovo dell’integrativo aziendale di Telespazio/E-Geos.

Fim, Fiom, Uilm nazionali

Roma, 31 agosto 2023

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search