Giovedì, 25 Luglio 2024

Fiom Padova - GENERIamo cultura: assemblee alla Carel e alla Schneider

Previous Next

Mercoledì mattina sia alla Carel di Brugine che alla Schneider Electric di Conselve si sono svolte quattro assemblee dedicate al contrasto alla violenza di genere e alle molestie sul lavoro all’interno della campagna nazionale di sensibilizzazione presso le aziende sul tema della prevenzione delle molestie nei luoghi di lavoro e della violenza di genere finalizzate allo sviluppo della cultura del rispetto della dignità della donna, dal titolo GENERIamo cultura, promossa dalla Commissione Nazionale per le Pari Opportunità nel rispetto di quanto previsto dal CCNL Federmeccanica.

La volontà alla base di questi due appuntamenti, realizzati nel cosiddetto “mese anti-violenza” risponde all’esigenza di non limitare ad una singola giornata, quella del 25 novembre (n.d.r. giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite), l’azione contro la violenza di genere, bensì contribuire a sensibilizzare maggiormente anche le lavoratrici e i lavoratori del settore metalmeccanico al di là delle giornate definite in ricordo delle vittime.

Il contratto collettivo nazionale di lavoro dei metalmeccanici assegna alla commissione nazionale per le pari opportunità il compito di prevenzione delle forme delle molestie sessuali nei luoghi di lavoro. Un compito che si realizza anche promuovendo iniziative di sensibilizzazione finalizzate alla cultura del rispetto della dignità della donna. Il progetto ‘GENERIamo cultura’ è lo strumento individuato dalla commissione per tutto il mese di novembre. Per la prima volta imprese e lavoratrici, insieme nei luoghi di lavoro, affrontano il tema della violenza maschile contro le donne, generando concretamente la cultura necessaria per prevenire e sconfiggere questo fenomeno.

Agli incontri di stamattina hanno partecipato il segretario generale della Fiom di Padova Michele Iandiorio, Francesca Battisti componente della commissione nazionale per le pari opportunità prevista dal contratto nazionale di Federmeccanica, Mariangela Zanni, consigliera nazionale di Di.Re. (Donne in rete contro la violenza), nonché presidente del Centro Veneto Progetti Donna per il quale era presente anche Eleonora Lozzi.

“Le assemblee odierne sono state molto seguite dalle platee sia per quanto è riguardata la parte formativa tenuta da Mariangela Zanni e Eleonora Lozzi sia nell’esposizione delle vicende più eclatanti legati alla violenza fisica, sia per la disamina di tutte quelle espressioni più apparentemente innocue, ma ugualmente frutto di una cultura patriarcale, che sono purtroppo molte volte accettate socialmente, ma che sono incubatrici di quelle più gravi di cui leggiamo sui giornali.” hanno dichiarato Michele Iandiorio e Francesca Battisti della Fiom padovana “Riteniamo fondamentale creare momenti di formazione come questi, in cui poter parlare nei luoghi di lavoro ci queste tematiche, non come mere iniziative fine sé stesse, ma come un impegno prolungato nel tempo di ascolto e sensibilizzazione rivolto a tutte e tutti.”

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search