Lunedì, 15 Aprile 2024

Fiom Padova: Il 31 luglio 2017 moriva sul lavoro Gezim Haka

Il 31 luglio del 2017 Gezim Haka morì mentre lavorava alla sua pressa alla Unicka di San Giorgio delle Pertiche. Da quel giorno le sue figlie e sua moglie rimasero senza un padre e un marito, e da allora altri 1000 lavoratori e lavoratrici all'anno hanno perso la vita uccisi mentre lavoravano, lasciando soli e sole migliaia di mogli, mariti, madri, padri, figli e figlie.
In questi 6 anni come Fiom abbiamo combattuto per dare giustizia a Gezim Haka, insieme alla sua famiglia e ai suoi colleghi di lavoro che hanno deciso di testimoniare quanto quella azienda fosse pericolosa, quanti incidenti e infortuni si fossero succeduti prima della morte di Gezim, che si sarebbe potuta evitare se solo fosse stata istallata la protezione fra macchinario e postazione, protezione che avrebbe fermato la scheggia di lamiera che provocò la morte di Gezim dopo averlo colpito al collo, protezione che fu montata solo dopo la morte di Gezim.
La nostra lotta per la verità e la giustizia per la morte di Gezim è una lotta per tutti i lavoratori e tutte le lavoratrici perchè si fermi questa terribile conta che raggiunge ogni anno cifre indegne per un paese civile. Basta superficialità e approssimazione nei luoghi di lavoro. Basta insalubrità e mancanza di sicurezza.
Lo ripetiamo ai datori di lavoro: il profitto non può essere secondario alla vita.
E ripetiamo anche ai lavoratori e alla lavoratrici che devono fermarsi, sempre, se riscontrano situazioni di rischio.
Mai abbassare la guardia, mai mettere a rischio la propria vita.
Per Gezim e per tutte le vittime quotidiane, per le loro famiglie: la sicurezza non è un optional.

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search