Lunedì, 26 Febbraio 2024

ZOOM. Articoli e commenti

Uaw. Missione compiuta! Accordo anche in General Motors

Nella mattinata di lunedì 30 ottobre, l'UAW ha raggiunto uno storico accordo provvisorio con la General Motors che apre la strada a una giusta transizione e garantisce guadagni economici record ai lavoratori del settore auto.

Come gli accordi con Ford e Stellantis, l'accordo con GM ha trasformato i profitti record in un contratto record. L'accordo prevede guadagni valutati a più di quattro volte i guadagni del contratto 2019 del sindacato. L'aumento dei salari di base è superiore a quello che i lavoratori GM hanno ricevuto negli ultimi 22 anni.

L'accordo prevede aumenti salariali di base del 25% fino all'aprile 2028 e aumenterà cumulativamente il salario massimo di circa il 33% attraverso il meccanismo di rivalutazione del COLA, giungendo fino a oltre 42 dollari l'ora. Il salario del secondo scaglione contrattuale aumenterà del 70% comulato con il COLA stimato, fino a superare i 30 dollari l'ora.

L'accordo GM elimina diverse odiose fasce salariali che hanno diviso i lavoratori. Solleverà lavoratrici e lavoratori che sono stati lasciati indietro e unirà tutti gli iscritti per le lotte future.
L'accordo modifica positivamente il piano industriale di GM: Ultium Cells e GM Subsystems LLC, due gruppi chiave della produzione dei veicoli elettrici rientrerannk nel Master Agreement dell'UAW GM. Entrambi questi gruppi sono stati esclusi in passato dal Master Agreement ed è stato detto che non sarebbero mai entrati.

Molti pensavano che GM non avrebbe mai messo sul tavolo più soldi per le centinaia di migliaia di pensionati. In questo accordo, tuttavia, GM ha accettato di effettuare cinque pagamenti di 500 dollari agli attuali pensionati e ai coniugi superstiti, i primi in oltre 15 anni.

Come gli altri due, l'accordo GM prevede il diritto di sciopero per la chiusura degli impianti.

I lavoratori della GM torneranno al lavoro mentre l'accordo passa attraverso il processo di ratifica, con il Consiglio Nazionale GM dell'UAW che si riunirà a Detroit per esaminare l'accordo per poi sottoporlo a Referendum.

Ora tutte e tre le Big Three hanno sottoscritto una ipotesi accordo provvisorio con l'UAW.

L'ultima parola la diranno le lavoratrici e i lavoratori, confermando la pratica democratica che è stata decisiva per sostenere le richieste e le lotte necessarie per conquistare questi risultati da Record!

Ufficio Internazionale Fiom-Cgil

30 ottobre 2023

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search