Lunedì, 27 Settembre 2021

Oggi tocca ai somministrati e ai neo-assunti.....e domani??

LOGOFIOM-180X120nidil       cgil molise

 

 

Il 28 luglio 2015 è stata sottoscritta un'ipotesi di accordo fra l'azienda e FIM e UILM.

Riteniamo positivo l'investimento aziendale, connesso ai nuovi modelli dei clienti, che porterà un aumento dell'occupazione, ma non crediamo si possa fare a qualsiasi costo.

Nonostante la nostra disponibilità ad entrare nel merito di tutte le questioni, i firmatari hanno scelto una via per noi inaccettabile:

quella di stabilire un doppio regime in cui somministrati (interinali) e neo assunti costeranno meno dei lavoratori attualmente in forza.

È UN FILM GIÀ VISTO!

Oltre al fine dichiarato di contenere il costo del lavoro, scaricando sui giovani paghe più basse, l'azienda rischia di creare così un esercito di lavoratori di riserva, ricattabili e pagati meno, da utilizzare loro malgrado (chissà se fra qualche mese o fra qualche anno), per mettere in discussione i diritti acquisiti con la contrattazione aziendale.

L'organico dei somministrati anche a Pozzilli, come già avvenuto nel sito produttivo di Melfi, supererà verosimilmente l'1/3 del totale della forza lavoro. Un dato su tutti è, a nostro avviso, preoccupante: negli ultimi tre anni il premio aziendale a Melfi si è ridotto da 1.100 a 300 euro annuali. Anche a Pozzilli stiamo andando nella stessa direzione?

Abbiamo deciso di non firmare l'ipotesi di accordo perché: 

- è inaccettabile che due lavoratori che fanno lo stesso lavoro siano pagati diversamente;

- il lavoro non è un favore, ma è un diritto;

- si attaccano prima i lavoratori più ricattabili per indebolire tutti.

 

NO a questa ipotesi di accordo

No a lavoratori di serie A e di serie B

 

ASSEMBLEA VENERDÌ 11 SETTEMBRE

 

Ore 13-14 ---> primo turno | Ore 14-15 ---> secondo turno | Ore 22-23 ---> terzo turno

 

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search