Lunedì, 24 Giugno 2019

Fiom Milano. Strage alla Lamina, la Fiom di Milano è parte civile al processo contro chi causò la morte dei 4 operai

 

Il 12 febbraio scorso, nell'udienza preliminare a carico dell'imprenditore titolare della Lamina, accusato di omicidio colposo plurimo per la morte di quattro lavoratori avvenuta un anno fa, la Fiom di Milano depositò l'atto di costituzione di parte civile.
Allora la difesa chiese l’esclusione del sindacato e la Gup si riservò di decidere rinviando l'udienza al 19 marzo.
Oggi il Giudice ha deciso: la Fiom è parte civile.

 

Per Roberta Turi, segretaria generale della Fiom di Milano:  “Quando si verificano situazioni drammatiche come quella della Lamina, noi ci costituiamo sempre parte civile.  Quella di oggi è una notizia storica, che valutiamo positivamente, non perché riteniamo che il carcere sia la soluzione alle violazioni delle aziende in materia di salute e sicurezza, ma perché in casi come questo pensiamo siano stati lesi i diritti collettivi delle lavoratrici e dei lavoratori e crediamo che questo non possa restare impunito.
Attendiamo l’esito conclusivo del processo, ma diciamo fin d’ora che un eventuale patteggiamento non è accettabile perché affermerebbe il principio secondo il quale  a fronte della morte dei lavoratori sia sufficiente l’indennizzo per ridurre le responsabilità di chi ha determinato conseguenze tanto drammatiche”

Milano, 19 marzo 2019

 

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

I agree with the Privacy policy

Search