Sabato, 18 Maggio 2024

Acciaierie d’Italia. La Fiom-Cgil cresce di un delegato e passa da 10 a 11

“Le elezioni in Acciaierie d’Italia per il rinnovo del consiglio di fabbrica ha visto, nonostante la fase di criticità che attraversa la fabbrica dal punto di vista produttivo, della prospettiva industriale, occupazionale, anche a causa dell'utilizzo della cassa integrazione, ed ambientale, una grande partecipazione al voto.

La Fiom-Cgil in questa tornata elettorale cresce di un delegato e passa da 10 a 11, con una percentuale del 17%, garantendone la presenza in tutti i collegi, con un incremento tra quello degli impiegati e un’importante affermazione nell’area Laminazione in cui avremmo potuto conquistare il terzo delegato visto l’ottimo risultato raggiunto.

È del tutto evidente che bisogna continuare a lavorare per rafforzare la rappresentanza della Fiom-Cgil all’interno della fabbrica per raggiungere obiettivi e traguardi che possano migliorare le condizioni dentro e fuori l’ex Ilva.

Un augurio ai neo eletti RSU della Fiom-Cgil che dovranno affrontare nuove sfide importanti dentro un processo di transizione ecologica che ha bisogno di un sindacato capace di gestirle con competenza, con la lotta e la dedizione, così come abbiamo fatto in questi anni.

Un sentito ringraziamento ai lavoratori che hanno sostenuto la lista della Fiom-Cgil e ai candidati e scrutatori per l’impegno profuso nelle giornate del voto che continuerà sui reparti nel lavoro quotidiano di militanza sindacale.
Siamo realisti, esigiamo l’impossibile e lo faremo sempre al fianco di chi rappresentiamo: i lavoratori”.

Lo dichiarano in una nota congiunta Michele De Palma, segretario generale Fiom-Cgil e Francesco Brigati, segretario generale Fiom-Cgil di Taranto

Roma, 4 marzo 2023

Ufficio stampa Fiom-Cgil

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search