Venerdì, 14 Agosto 2020

Sars-CoV-2. Aggiornamento degli indirizzi per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

1. D.Lgs. N° 81 2008 - Valutazione del rischio biologico e aggiornamento del DVR

Il COVID-19 rappresenta, per tutte le aziende, un rischio biologico. Ne consegue che, in tutte le aziende, debba essere effettuata la valutazione del rischio da agente biologico e conseguentemente aggiornato il documento di valutazione dei rischi.

Lo prevede la legge. I protocolli condivisi, a partire da quello congiunto realizzato il 14 marzo in sede istituzionale, non possono derogare al D.Lgs. n° 81-2008, il cui riferimento è determinante per il proseguo del confronto con le imprese.

Utile, in questa fase, qualora non si sia già provveduto, la costituzione del comitato di pilotaggio o sorveglianza, con l’indispensabile presenza dei RLS RLST (come da aggiornamento del Protocollo condiviso del 24 aprile).

Riportiamo una nota di commento ed il Titolo X del D.Lgs n° 81 2008 (allegato 1).

2. Indicazioni operative per l’attività del Medico Competente

Con specifica circolare del 29 aprile (allegato 2) il Ministero della Salute ha emanato delle indicazioni operative per l’attività del Medico Competente, in relazione alla prolungata fase epidemiologica, di cui riportiamo una sintesi dei punti salienti (allegato 3).

3. Gestione dell’infortunio da coronavirus

La conversione in legge (27/2020) del DL 18/2020 ha introdotto importanti disposizioni per la gestione dei lavoratori affetti da virus, nei casi accertati di infezione da SARS-CoV-2 in occasione di lavoro. Ne riportiamo una sintesi (allegato 4) nonché la circolare INAIL n° 13/2020 (allegato 5).

4. Elenco dei DPI validati

Periodicamente, sul sito INAIL è pubblicato l’elenco dei DPI validati di cui vi riportiamo l’ultimo aggiornamento disponibile (allegato 6).

 

FIOM-CGIL NAZIONALE

Roma, 5 maggio 2020

 

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search