Mercoledì, 24 Luglio 2024

Fiom Padova - Maus Campodarsego: richiesto incontro urgente al Mise

Dopo le iniziative sindacali che hanno impegnato i lavoratori del Gruppo Maus nei mesi di novembre e dicembre 2017 e che hanno portato la Maus, nel primo incontro fatto al Mise a Roma il 15 febbraio 2018, ad impegnarsi a presentare un piano di sviluppo industriale che preveda il mantenimento occupazionale, sono purtroppo saltati i successivi incontri al Mise che si sarebbero dovuti tenere il 23 marzo e il 19 aprile 2018.

Nel frattempo il Gruppo Maus ha cambiato strategia sparigliando le carte in tavola.

Alla Fritz Hansberg in data 2 maggio sono stati comunicati alle OO.SS. e alle RSU fra i 10 e i 15 esuberi che significano, in pratica, l’abbandono della produzione, nessun piano industriale è stato mai presentato in questo tempo e, a distanza di 2 mesi, sono saltate tutte le promesse fatte dagli azionisti nell’incontro del 15 febbraio 2018 al Mise.

I lavoratori della Maus di Campodarsego, fortemente preoccupati, anche in ragione di voci non smentite che vedono l’azienda impegnata a cercare di produrre macchine altrove, non hanno intenzione di subire questa situazione e pretendono immediati chiarimenti e rassicurazioni. I lavoratori esigono la presentazione del tanto annunciato piano industriale di sviluppo con il pieno mantenimento degli investimenti e dell’occupazione.

Le OO.SS. unitamente alle RSU aziendali a nome e per conto dei lavoratori hanno chiesto ai dirigenti della Maus un incontro da tenersi a stretto giro ed hanno informato le istituzioni territoriali sollecitando un urgente incontro al Mise. 

FIOM CGIL e FIM CISL sono in campo per la piena difesa dell’occupazione e chiedono il rispetto degli impegni che il Gruppo Maus ha garantito ai lavoratori.

 

 

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search