Domenica, 14 Aprile 2024

Fiom Torino, La multinazionale Trw cede lo stabilimento di Nichelino ai cinesi della Luxshare

LOGOFIOM 180X120

 

La Fiom-Cgil rende noto che oggi, giovedì 31 agosto, la Trw, multinazionale tedesca che si occupa di componentistica auto, ha comunicato ai 200 dipendenti dello stabilimento di Nichelino la cessione a una società cinese: si tratta della Luxshare, azienda che nel 2016 aveva 35.000 dipendenti nel mondo e un fatturato di 2,1miliardi di dollari, e che si occupa di elettronica (maggior cliente Apple).

La Trw nel torinese ha anche un altro stabilimento, a Bricherasio, che però non è stato coinvolto dalla cessione.

Federico Bellono, segretario provinciale della Fiom-Cgil, e Bruno Ieraci, responsabile della Trw di Nichelino per la Fiom-Cgil, dichiarano: «Questa operazione avviene nell'ambito di un riassetto più generale nel campo della componentistica automotive e in questo caso si tratta di multinazionali di dimensioni significative. Non si può comunque non rilevare un crescente attivismo di aziende cinesi anche in Italia e un sempre maggior impegno in questo settore di società specializzate nel campo dell'elettronica. Abbiamo già provveduto a chiedere un confronto con la nuova proprietà, non appena l'operazione verrà perfezionata, per avere ragguagli sulle prospettive e gli investimenti relativi ad uno stabilimento, come quello di Nichelino, che gode ad oggi di discreta salute, nonostante un po' di cassa integrazione ordinaria».

 

                                                                                                                                                                                                                         Ufficio stampa Fiom Cgil Torino

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search