Domenica, 21 Aprile 2024

Riduzione del cuneo contributivo e previsione aumento contrattuale

In questa esemplificazione viene calcolato il valore economico della riduzione del cuneo fiscale, al netto delle conseguenti incidenze fiscali.

Il nuovo decreto 4 maggio 2023, n. 48 prevede un ulteriore incremento della riduzione del cuneo fiscale.

Nello specifico:

Per i redditi fino a 25.000€ lordi per il periodo luglio-dicembre la riduzione del 3% è incrementato al 7%;

Per i redditi superiori a 25.000€ e fino a 35.000€ lordi, per il periodo luglio-dicembre la riduzione del 2% è incrementato al 6%.

La prima esemplificazione riguarda le retribuzioni contrattuali con decorrenza 1 giugno 2022 e le retribuzioni contrattuali con decorrenza 1 giugno 2023 (ipotizzando un’Ipca depurata dagli energetici importati pari al 4,5%).

Infine, nella seconda esemplificazione, viene rappresentato il valore della riduzione del cuneo fiscale sommata al prossimo aumento contrattuale con decorrenza 1 giugno 2023 (ipotizzando un’Ipca depurata dagli energetici importati pari al 4,5%).

Non sono previste riduzioni sul rateo di tredicesima mensilità.

Gli incrementi sono calcolati al lordo della ritenuta fiscale marginale.

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search