Sabato, 24 Febbraio 2024

Mètasalute. Report attività del Fondo (anno 2022)

Nel corso del 2022 Metasalute ha rinnovato – come ogni anno - l’iscrizione all’Anagrafe dei Fondi Sanitari (attestazione con numero di protocollo: 0021491-23/10/2021-DGPROGS-DGPROGS- UFF02-P) istituita presso il Ministero della Salute con Decreto del 27 ottobre 2009.

Il funzionamento del Fondo
La struttura di Metasalute è composta da un direttore e da 18 dipendenti.
Le aziende iscritte al Fondo sono 36.000, il maggior numero delle quali è concentrato nelle regioni del Nord-Ovest, seguite dalle regioni del Nord Est
La platea degli iscritti.
La copertura della sanità integrativa è per tutti i lavoratori dipendenti, i loro familiari fiscalmente a carico compresi i figli fiscalmente a carico fino a 26 anni di età compiuti e ai figli disabili senza limiti di età.
Possono inoltre iscriversi, versando la quota di premio definita dal Fondo, anche i familiari conviventi non fiscalmente a carico.
Complessivamente, tra lavoratori dipendenti, familiari a carico e familiari non fiscalmente a carico, sono 1.669.046 gli iscritti a Metasalute così suddivisi:
    • Lavoratori dipendenti: al 31 dicembre 2022 gli iscritti sono 1.257.173 (
    • Familiari fiscalmente a carico e non fiscalmente a carico: al 31 dicembre 2022 gli iscritti sono 411.873

La contribuzione a Metasalute
È pari a 13 euro mensili per 12 mensilità (156 euro annui) ed è interamente versate dall’azienda. La contribuzione è dovuta dalle aziende
    • per tutti i lavoratori dipendenti, compresi i lavoratori con contratto a termine superiore a 5 mesi.
    • anche nei periodi di cassa integrazione o di aspettativa per malattia o altre casistiche nei quali è prevista integrazione da parte dell’Inps, anche in caso di collocazione del lavoratore in Naspi.
La contribuzione che le aziende versano per obbligo contrattuale è riversata interamente dal Fondo per la copertura delle prestazioni sanitarie; i rimborsi richiesti e le prestazioni sanitarie utilizzate dai lavoratori assorbono la totalità delle risorse del Fondo salvo la copertura delle spese di gestione.

Come viene utilizzato il Fondo
Nell’anno 2021, a causa degli effetti della pandemia, si sono determinati cambiamenti significativi nel rapporto tra le persone e la propria salute e nelle modalità dei lavoratori di rapportarsi con il welfare integrativo e la richiesta di prestazioni è in aumento.
L’adeguamento dei piani sanitari realizzato per il 2022 è in vigore fino al 31 dicembre 2023 ed ha mantenuto tutte le coperture sanitarie più importanti: dagli interventi chirurgici complessi ai piccoli interventi, l’alta specializzazione, la diagnostica e l’odontoiatria.
Nel 2022  le prestazioni erogate sono state 2.461.121 e sono state prevalentemente prestazioni per le cure odontoiatriche (il 43%); le prestazioni extraospedaliere (il 39%); le cure ospedaliere (l’11%) la prevenzione (il 6%)
Si sono così mantenute le prestazioni più utilizzate dagli iscritti e, con l’introduzione di una modalità di compartecipazione, è stato raggiunto l’equilibrio necessario per il funzionamento del Fondo.
Le prestazioni sono richieste dal 33% degli iscritti e la % è in crescita; gli iscritti al Fondo che hanno usufruito di prestazioni sono stati 552.190 e questo dato dimostra un utilizzo molto elevato rispetto ad altri fondi contrattuali di assistenza sanitaria integrativa.
Emerge anche un ricorso alle prestazioni molto diversificato tra le regioni poiché si sono ulteriormente accentuate le diversità di consumo tra i territori regionali.

Copertura sanitaria (con adesione volontaria) per i lavoratori metalmeccanici pensionati
Il Ccnl del 5 febbraio 2021 ha introdotto l’estensione dell’assistenza sanitaria ai lavoratori metalmeccanici pensionati con almeno due anni di iscrizione al fondo in maniera continuativa prima di andare in pensione.
Superate le difficoltà dovute al Covid da marzo 2019, l’adeguamento dei piani sanitari realizzato tra dicembre 2021 e gennaio 2022, il rinnovo degli organismi (Assemblea dei delegati e Consiglio di Amministrazione) svolto nel mese di Luglio 2022, dal mese di gennaio 2023 si è avviata la fase della gestione separata per i pensionati prevista dal Ccnl.

Il CdA di Metasalute in queste settimane ha già avviato le attività necessarie per la preparazione del Bando di Gara per il rinnovo della Polizza Assicurativa dal 1° gennaio 2024.

Fiom-Cgil nazionale

Roma, 3 febbraio 2023
                                

Attachments:
FileFile size
Download this file (23_02_03-Metasalute report 2022.pdf)Mètasalute. Report attività del Fondo (anno 2022)178 kB
Tags:

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search