Venerdì, 14 Giugno 2024

Khaled El Qaisi, un altro caso Zaki?

La Fiom è solidale con la famiglia di Khaled El Qaisi e si unisce a quanti nel mondo dell'associazionismo e delle istituzioni ne chiedono l’immediata scarcerazione.

Khaled è posto in arresto senza formale incriminazione. La detenzione arbitraria è stata rinnovata di settimana in settimana.

Di cosa è colpevole Khaled?

Forse di essere traduttore e studente di Lingue e Civiltà Orientali all'Università La Sapienza di Roma, e impegnato nella raccolta e divulgazione di materiale storico palestinese.

È tra i fondatori del Centro Documentazione Palestinese, associazione che mira a promuovere la cultura palestinese in Italia.

Khaled è cittadino italiano oltre ad essere palestinese.

Chiediamo al Governo italiano di attivarsi immediatamente e seriamente per il rispetto dei fondamentali diritti della persona.


(in allegato il dossier a cura del Comitato per la liberazione di Khaled Al Qaisi)

Fiom-Cgil nazionale

Roma, 29 settembre 2023

Attachments:
FileFile size
Download this file (DOSSIER_Khaled_visualizzazione.pdf)Dossier Khaled El Qaisi287 kB

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search