Lunedì, 22 Luglio 2024

Italtel: raggiunta un’ipotesi di accordo sui Cds, ora la parola ai lavoratori

LOGOFFU-180X120

 

Sarà valutata dai lavoratori nelle assemblee l’intesa raggiunta sui CdS per il 2016, tra il Coordinamento Nazionale RSU Italtel, FIM,FIOM,UILM nazionali e territoriali, l’Azienda e l’Assolombarda, venerdì 20 Novembre 2015 in Assolombarda. Questo accordo riguarda l’utilizzo dei CdS per l’anno 2016 ed è conseguente all’accordo del 12 Febbraio 2015 già approvato a suo tempo dai lavoratori.

L’accordo si articola sui seguenti punti:

  1. CdS verticale dal 1 Gennaio 2016 per 846 lavoratori al 12% suddiviso in 16 giornate annue e una riduzione giornaliera pari a 30 minuti (corrispondenti ad altri 16 giorni equivalenti) da gestire tramite l’orario flessibile mensile con timbratura giornaliera in ingresso e uscita; ciò non significa dover fare obbligatoriamente 7 ore (7,30 per ex ONE-ANS) al giorno ma l’importante è di far quadrare le ore di lavoro entro fine mese. Questo lascia un ampio margine di gestione dell’orario di lavoro a tutti.

La fascia di flessibilità giornaliera parte con l’ingresso dalle ore 8.00 alle ore 11.00, mentre l’uscita è prevista fra le ore 16.00 e le ore 19.00.

  1. CdS verticale dal 1 Gennaio 2016 per 125 lavoratori per 8 giornate annue.

  2. A partire dal 1 Gennaio 2016, le persone attualmente in CIGS che non avranno ancora superato nessun esame, rientreranno al lavoro con una percentuale di CdS del 50% mensile (a giornate intere).

Le persone che avranno superato il primo esame, rientreranno al lavoro con una percentuale di CdS del 30% mensile (a giornate intere).

Le persone che si saranno certificate, rientreranno al lavoro con una percentuale di CdS del 12% come per gli altri lavoratori.

  1. Decommissioning: rientro delle 7 persone dal 1 Dicembre 2015 per affiancamento.

  2. Corso gestionale: per le persone che non hanno superato il test, ci sarà una preparazione con il tutor e il 10 Dicembre ci sarà un nuovo esame. Per chi eventualmente non riuscisse a passarlo, ce ne sarà un altro a Gennaio 2016.

Contestualmente è stato firmato anche l’accordo sul calendario annuo per le chiusure collettive per un totale di 15 giorni come previsto dal CCNL:

  • 4 e 5 Gennaio, 2 gg.

  • Dal 8 al 19 Agosto, 9 gg.

  • Dal 27 al 30 Dicembre, 4 gg.

Nella trattativa di oggi è stato ulteriormente migliorato, rispetto all’ultimo incontro, l’impatto dei CdS scendendo dal 13% al 12% e dal 55% al 50% e ampliando la platea dei colleghi coinvolti.

Quest’intesa è stata particolarmente sofferta e complicata, ma era fondamentale raggiungerla, per evitare il rischio concreto della CIGS a zero ore per 124 lavoratori; questa platea sarebbe stata composta da chi è già in CIGS e da ulteriori lavoratori che l’Azienda avrebbe scelto per il raggiungimento del numero.

Ora la parola passa alle assemblee dei lavoratori con votazione finale.

 

FIM,FIOM,UILM Nazionali

Coordinamento Nazionale RSU Italtel

 

Roma, 20 Novembre 2015

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search