Lunedì, 04 Dicembre 2023

Intecs/Technolabs: informativa annuale

Con la presente siamo ad informarvi che si è tenuto pochi giorni fa l’incontro richiesto dalla Fiom Cgil con la direzione aziendale previsto dal contratto nazionale sui diritti di informativa periodica.

L’azienda durante l’incontro al quale erano presenti l’AD, il responsabile finanziario e risorse umane ha rappresentato una situazione con un EBITDA sicuramente in rialzo dopo il primo anno pandemico e un utile di esercizio in crescita ma che ancora non recupera a pieno i livelli pre-pandemici.

Per quanto riguarda l’andamento delle divisioni risultano con una ripresa più lenta la difesa e l’aerospazio anche se l’aerospazio è cresciuto di un milione generando il 38,6% dei ricavi totali e sembrerebbero attivi importanti progetti e programmi con durata pluriennale che porterebbero anche ad un avanzamento dal punto di vista tecnologico per l’impresa.

L’automotive ha risentito prima della crisi pandemica e poi di quella legata all’approvvigionamento dei componenti e segna un 30% in più rispetto l’utile precedente, con ricavi in calo ma margini in aumento e anche se alcuni clienti storici stanno prendendo scelte di delocalizzazione starebbero crescendo i contratti con partner più piccoli ad oggi in crescita, tuttavia l’azienda dichiara che sul settore sia difficile fare previsioni anche se strategicamente la Intecs ha deciso di aprire una sede a Reggio Emilia con l’intenzione di collocarsi in un polo strategico di sviluppo di competenze specifiche del settore, la sede al momento conta poche unità e non ci sono previsioni immediate di crescita repentina.

Il settore ferroviario dichiara l'azienda è quello che ha una linea di prodotti sempre più importante con buone prospettive di crescita date anche dal PNRR che non solo potrebbero far aumentare i ricavi ma anche le competenze necessarie allo sviluppo delle nuove attività.

Nonostante una fase espansionistica del mercato potenziale tuttavia l’azienda ci dichiara di dover rivedere al ribasso le stime di crescita per l’effetto del difficile reclutamento di nuove risorse che è un elemento ricorrente per tutte le aziende del settore ICT ma che in questo caso è legato anche alla difficoltà nel trattenere le persone che hanno dato le dimissioni post pandemia e per la preoccupazione legata al fallimento della Technolabs.

L’azienda ha dichiarato di star lavorando per provare ad attrarre nuove risorse attraverso open day e accordi con le Università.

Aumentata la formazione che diventa sempre più strategica la maggior parte della quale svolta in aula.

Alla preoccupazione per le sorti del personale Technolabs coinvolto dal fallimento l’azienda ha dichiarato la possibilità che si manifesti un acquirente in tempi brevi e concordato con i rappresentanti sindacali e le Fiom territoriali e nazionali che faremo in tempi brevi un ulteriore approfondimento coinvolgente anche il curatore fallimentare al fine di condividere e monitorare eventuali passaggi con l’intento di garantire continuità occupazionale alle lavoratrici e ai lavoratori Technolabs.

Inoltre l’azienda ha confermato la volontà di addivenire ad un accordo condiviso sul lavoro agile da discutere in apposito tavolo dedicato.

Come sempre vi terremo aggiornati non appena avremo ulteriori notizie sia riguardo la trattativa sul lavoro agile che sugli approfondimenti sulla Technolabs.

Fiom nazionale

Roma, 6 giugno 2022

Attachments:
FileFile size
Download this file (1319 - INTECS TECHNOLABS comFiom 6.6.2022.pdf)Intecs/Technolabs: informativa annuale413 kB

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search