Lunedì, 06 Aprile 2020

Ericsson Marcianise. Turi e Guglielmi: «Lunedì nuovo sciopero e presidio davanti alla Regione Campania»

Roberta Turi, segretaria nazionale della Fiom-Cgil, e Massimiliano Guglielmi, segretario generale della Fiom-Cgil Caserta, hanno rilasciato oggi la seguente dichiarazione congiunta.

Lunedì 2 marzo le lavoratrici e i lavoratori della Ericsson di Marcianise sciopereranno per altre 8 ore e saranno in presidio davanti alla Regione Campania per protestare contro l'operazione di vendita dello stabilimento, che produce apparati di telecomunicazioni, alla Jabil.

Il presidio ha l'obiettivo di sollecitare la Regione Campania a intervenire in maniera decisa per impedire che un altro insediamento produttivo corra il rischio di essere smantellato nel giro di pochi anni a fronte del disimpegno della multinazionale svedese, che fino a giugno dell'anno scorso prometteva il rilancio della fabbrica e nuovi investimenti. Al presidio sono stati invitati a partecipare anche i parlamentari eletti in Campania e tutte le forze politiche che condividono la lotta dei lavoratori.

La Fiom auspica che lunedì la Regione Campania decida di passare dalle chiacchiere ai fatti intervenendo sulla multinazionale e sul Governo, e che i parlamentari eletti in Campania decidano di darsi da fare per salvaguardare l'industria del loro territorio, già ampiamente desertificato, e a sostegno dell'occupazione. La solitudine con cui i lavoratori stanno vivendo questa vicenda è impressionante, il presidio vuole essere un'occasione per rompere il muro di indifferenza delle istituzioni e della politica rispetto a questa vertenza.

 

Fiom-Cgil/Ufficio Stampa

Roma, 28 febbraio 2015

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search