Martedì, 31 Marzo 2020

Alcatel Lucent. Turi: “Domani i lavoratori in presidio a Montecitorio”

LOGOFIOM-180X120

Roberta Turi, segretaria nazionale Fiom-Cgil, ha rilasciato oggi la seguente dichiarazione.

Domani, in concomitanza con lo sciopero di 8 ore, una delegazione di lavoratrici e lavoratori della multinazionale delle telecomunicazioni Alcatel Lucent sarà in presidio a piazza Montecitorio a partire dalle 12,30. Lo sciopero e il presidio sono stati organizzati dalle organizzazioni sindacali per protestare contro la decisione di Alcatel Lucent di licenziare 40 lavoratori oggi in cassa integrazione e contro l'ormai imminente esternalizzazione dello stabilimento di Trieste, dove operano 318 dipendenti a tempo indeterminato e 400 somministrati.

A preoccupare le organizzazioni sindacali e i lavoratori si è aggiunta qualche giorno fa la notizia dell'acquisizione di Alcatel Lucent da parte della Nokia, che pochi mesi fa ha licenziato in Italia più di cento lavoratori.

La Fiom ritiene che il Governo debba intervenire urgentemente su Alcatel Lucent per impedire i licenziamenti in corso e garantire il futuro dello stabilimento di Trieste. È altrettanto urgente aprire un confronto con i vertici della Nokia per fare in modo che vengano salvaguardati, nell'acquisizione della multinazionale franco-americana in Italia, produzioni e occupazione.

Domani le lavoratrici e i lavoratori cercheranno di informare e sensibilizzare i parlamentari affinché sostengano questa importante vertenza.

 

Fiom-Cgil/Ufficio Stampa

 

Roma, 28 aprile 2015

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search