Mercoledì, 23 Settembre 2020

Piaggio: Protocollo d’intesa per trasformazione part-time verticali in full-time e uscite incentivate

Passi in avanti su altri punti del contratto, rimangono ancora delle distanze tra le parti. La trattativa riprenderà il 12 settembre

È proseguita ieri la trattativa con Piaggio sul Contratto integrativo di gruppo. Finalmente la Direzione aziendale è entrate nel merito di tutte le richieste sindacali, ivi compreso il premio di risultato.

PREMIO DI RISULTATO

Più in particolare, alla richiesta sindacale di stabilire nuovi indicatori del Premio chiari e realistici, la Direzione aziendale ha risposto che sarebbe pronta a definire nuovi indicatori basati su EBITDA Italia (in pratica un indicatore di bilancio che indica la redditività), produttività (differenziato per aree), qualità e l’introduzione del tasso di assenza collettiva dal lavoro.

La delegazione sindacale di FIM-FIOM-UILM e il coordinamento delle Rsu hanno espresso la loro contrarietà a quest’ultimo indicatore, dando solo la disponibilità a ridefinire eventualmente l’attuale meccanismo che misura la presenza individuale ai fini del premio.

L’azienda giudica percorribile la nostra richiesta di chiedere in futuro la detassazione del premio senza compromettere il metodo di pagamento degli anticipi mensili; ciò renderebbe possibile su base volontaria anche la possibilità di percepire il premio sotto forma di servizi di welfare aziendali.

L’azienda ha fatto alcune positive aperture sulle richieste sindacali di stabilire gli obiettivi anno per anno, di prevedere anche una erogazione nel corso del 2019 e di aumentare gli anticipi mensili del premio. Su quest’ultimo punto la Direzione aziendale ha parlato di un mero “ritocco” mentre come sindacato chiediamo un aumento significativo.

ORARI DI LAVORO, PERMESSO CON RECUPERO, PART-TIME ORIZZONTALE, SMART WORKING

Quanto alla rivendicazione di ampliare la flessibilità oraria per gli impiegati, la Direzione ha accettato un aumento dei permessi con recupero da 6 a 8 ore mensili e ha aperto riconoscendo una flessibilità di ingresso e uscita per i part-time orizzontali di 15 minuti. Per la richiesta di estensione della flessibilità per operai non collegati alla produzione e per lo smart working la direzione si è resa disponibile a ricondurlo ad una sperimentazione da verificare e poi da attuare nelle commissioni di fabbrica. Sui trattamenti di trasferta la direzione aziendale si è dichiarata in disaccordo a rivedere i trattamenti previsti dal regolamento interno.

Abbiamo chiesto all’azienda di alzare la durata dei contratti orizzontali fino all’anno o comunque considerando la copertura del periodo scolastico, l’azienda si è impegnata a presentarci una proposta nel prossimo incontro. Stesso impegno sul tema delle molestie sessuali.

Sui sabati di flessibilità, infine, il Sindacato ha ripetuto che non deve essere modificata la attuale disciplina vigente.

AMBIENTE DI LAVORO E CLIMATIZZAZIONE

È stato anche toccato il tema dell’ambiente di lavoro e la Direzione ha riepilogato alcuni interventi e si è impegnata a trasferire nel 2020 la linea RSV4 da una area non climatizzata a una già climatizzata. Il Sindacato ha ribadito la richiesta di climatizzare nuove aree, a partire da quella in cui si farà il progetto Foton, perché oggetto di forti investimenti e quindi trasformazioni che ieri l’Azienda ha pienamente confermato, a da quella della saldatura dove le condizioni ambientali sono più pesanti; è stato anche ribadito che nella futura area produttiva del Foton occorrerebbe sostituire le bilanciere.

PART-TIME VERTICALE E FULL TIME, CONTRATTI A TERMINE

Nella giornata di ieri abbiamo chiesto e ottenuto dalla direzione aziendale di sottoscrivere immediatamente un protocollo d’intesa per convertire i part-time verticali a tempo pieno, intesa sulle trasformazioni che verrà poi inserita nei testi del contratto. L’intesa che prevede di accellerare il processo di trasformazione in tempo pieno del numero di part time verticali, nello specifico pari al 75% dei lavoratori operai che usciranno con incentivi, praticamente ogni 4 uscite corrispondono 3 trasformazioni.

C’è anche un impegno formale a terminare questo processo di trasformazioni entro il 31.12.2021, anche se le uscite preventivate e la percentuale del 75% dovrebbero consentire di stabilizzare la maggioranza dei 126 PVT in tempi più brevi.

Nell’incontro abbiamo anche chiesto alla direzione aziendale di affrontare il tema dei contratti a termine e in somministrazione. Per noi è fondamentale di intervenire sul “diritto di precedenza” per le future assunzioni a tempo indeterminato e tempo determinato e/o somministrato, compatibilmente con i vincoli di legge. L’azienda si è resa disponibile a consegnarci nel prossimo incontro una propria proposta.

USCITE INCENTIVATE PONTEDERA

Sempre nella giornata di ieri è stato siglato nel protocollo per Pontedera l’apertura di una mobilità incentivata e volontaria per 130 operai e 50 impiegati, ii tratta di un’intesa importante che consentirà a molti lavoratori di agganciare la pensione e finalmente risolve l’annoso problema di quanti lavorano solo alcuni mesi l’anno.

Nel prossimo incontro previsto per il 12 settembre la direzione aziendale dovrà presentarsi con una proposta precisa su indicatori, obiettivi e salario superando le distanze che ancora permangono su alcuni aspetti, al fine di concludere positivamente un contratto che è atteso dai lavoratori di Piaggio da circa 10 anni.

Nei primi giorni di settembre saranno effettuate le assemblee di fabbrica, in vista della ripresa della trattativa sul Contratto integrativo.

Fim Fiom Uilm nazionali

Roma, 17 Luglio 2019

 

 

 

 

 

Tags:

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search