Venerdì, 28 Febbraio 2020

STM. Prosegue a piccoli passi la trattativa per il rinnovo del contratto integrativo di gruppo

Nella giornata del 15 giugno scorso si è svolto un nuovo incontro presso Confindustria di Monza tra la Direzione aziendale STM e il Coordinamento sindacale nazionale del gruppo per la continuazione della trattativa per il rinnovo del contratto integrativo di gruppo.

Il Coordinamento sindacale ha esposto la propria posizione decisa nella precedente riunione in materia di Premio di risultato e ha richiesto di ridefinire alcuni punti normativi rimasti in sospeso.
In materia di PdR il Coordinamento ha espresso una proposta articolata e coerente, con l’indicazione del peso percentuale dei due parametri economici-finanziari (gross margin e margine operativo pari al 30% ciascuno) e dei due parametri produttivi (process fab yeld-resa meccanica- con peso del 25%, e saturazione moves con peso del 15%), con la verifica per quest’ultimo di utilizzare un diverso parametro tra gli stabilimenti.
Il Coordinamento ha inoltre richiesto di prevedere il carattere di sperimentalità del nuovo sistema del PdR con verifica della sua funzionalità alla fine dei primi 24 mesi, e ha nuovamente posto la necessità di conoscere l’entità economica totale del premio.
Su questi temi si è svolta un’ampia discussione nel corso della quale la Direzione aziendale ha ribadito le ragioni per le quali non intende utilizzare differenti parametri per stabilimento. La Direzione ha preso atto dell’insieme della proposta del Coordinamento sui parametri e sul peso di ciascuno, ma in merito al valore totale del Premio l’azienda non ha voluto esplicitare la propria disponibilità riservandosi di farlo solo nella fase più avanzata della trattativa.
Sulla base dell’andamento della trattativa le parti hanno quindi deciso di aggiornare il confronto prevedendo un nuovo incontro che si terrà il 4 luglio prossimo.
Il Coordinamento sindacale nazionale STM ritiene che vadano superate le rigidità aziendali sui diversi aspetti normativi ed economici e che occorra che il confronto sia svolto in modo propositivo su tutti i punti rimasti aperti.
Il raggiungimento del rinnovo del contratto integrativo di gruppo deve rappresentare una giusta risposta alle istanze espresse dai lavoratori, dalle Rsu e dal Coordinamento con la piattaforma sindacale e va pertanto portato avanti fino alla positiva conclusione.

Roma, 19 giugno 2018

Il Coordinamento nazionale STM
Fim-Fiom-Uilm Nazionali

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search