Venerdì, 28 Gennaio 2022

ST Microelectronics. Verso una chiusura dell'accordo entro febbraio

ST Microelectronics

Il 22 Gennaio il Coordinamento nazionale delle RSU di ST Italia e le OO.SS. di Fim-Cisl Fiom-Cgil e Uilm-Uil hanno incontrato la Direzione Aziendale di ST presso la sede di Assolombarda a Monza per continuare la trattativa sul Contratto Integrativo.

Come prima comunicazione la DA ha voluto esplicitare la propria volontà di chiudere positivamente la trattativa entro il mese di febbraio; di conseguenza sono state pianificate tre importanti tappe che si svilupperanno nelle prossime settimane e che cercheranno di sciogliere tutti i nodi importanti rimasti nella trattativa.

Martedì 30 Gennaio Commissione Nazionale sulla flessibilità dell’orario di lavoro.

Giovedì 15 Febbraio a Catania e Lunedì 19 Febbraio ad Agrate incontri nazionali di tutta la delegazione sindacale con la DA.

I punti principali affrontati, su cui alcuni passi avanti sono stati registrati, sono:

  • 1. Flessibilità dell’orario di lavoro:

L’Azienda dopo una prima completa chiusura su ogni proposta presentata nella piattaforma di rinnovo del contratto integrativo ha mostrato attenzione su un meccanismo proposto dalla delegazione sindacale il 10 gennaio. Questo meccanismo si ripropone di recuperare quelle ore di lavoro accumulate ma non utilizzate dai dipendenti (né nell’ambito della attuale flessibilità settimanale né in quella mensile) per poter permettere di giustificare particolari situazioni di necessità (ad esempio: una più lunga pausa pranzo, un entrata successiva alla flessibilità d’ingresso e altre situazioni simili). La DA si è mostrata disponibile a discutere ed arrivare ad una proposta condivisa nella data del 30 Gennaio

  • 2. Premio di Risultato:

Sono stati concordati con la DA, grazie al lavoro della Comm. Nazionale sul Premio, 4 indicatori/parametri in grado di valutare l’andamento annuale produttivo ed economico dell’azienda.

Dei 4 parametri: 2 saranno Finanziari, misureranno i risultati economici annuali dell’intera multinazionale e 2 Produttivi, riguarderanno i risultati annuali italiani con particolare riferimento ai fab AG8 e CT8. Nei prossimi incontri plenari di febbraio si entrerà nella discussione più sostanziale della definizioni dei metodi di valutazione di questi risultati che porteranno quindi a sancire quanto economicamente importante sarà il premio.

Ovviamente i passi determinanti per una soddisfacente conclusione della trattativa sono ancora molti, alcuni piuttosto complicati.

Da parte della delegazione sindacale è sicuramente chiara la volontà di realizzare una migliore redistribuzione delle ricchezza prodotta, soprattutto alla luce degli ottimi risultati finanziari di questi ultimi due anni. Ci aspettiamo quindi delle risposte positive da parte della DA con meccanismi di remunerazione del premio realmente allineati ai rendimenti aziendali a differenza di quanto abbiamo visto e denunciato con l’impiego strumentale dell’attuale meccanismo di PdR.

Un’attenzione particolare sarà comunque rivolta a tutta quegli istituti o regole che permetteranno una migliore gestione del rapporto vita/lavoro

Il Coordinamento sindacale Fim Fiom Uilm ha deciso di programmare delle assemblee retribuite, in tutti i siti produttivi di ST Italia, successivamente l’incontro del 19 febbraio.

 

Fim, Fiom, Uilm nazionali

Coordinamento nazionale Fim Fiom Uilm di STM

 

Roma, 25 gennaio 2018

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search