Venerdì, 28 Gennaio 2022

ST Microelectronics: la trattativa per l'integrativo è ripartita

ST Microelectronics

Nell'incontro con il Coordinamento delle RSU e le Organizzazioni sindacali, svolto presso Catania nella sede di Tremestieri Etneo il giorno 22 settembre, la parte sindacale, nell'ottica di proseguire la trattativa per il contratto integrativo, ha proposto alla Direzione ST le richieste sindacali contenute nella piattaforma di secondo livello.

Alle nostre richieste contenute nella piattaforma di secondo livello, numerose questioni sono state affrontate dalla direzione aprendo alla discussione solo su alcuni particolari punti:

- La possibilità di utilizzare i PAR a mezz’ore anziché ad ore.

-  L’aumento dell’età, fino a 13 anni dei figli, per l’utilizzo dei congedi parentali.

- Prosegue con l'attuale prassi per quanto riguarda lo spostamento dei congedi parentali programmati per necessità urgenti, che nei casi di impossibilità di giustificare tali emergenze, accetta l'autocertificazione.

-  La Direzione Aziendale continua a non voler definire formalmente un percorso di stabilizzazione dei lavoratori con contratti temporanei, affermando che di fatto questo avviene.

-   Non intende normare ulteriormente nel Contratto integrativo il "lavoro mobile".

-   Continua a ritenersi non competente per quanto riguarda la definizione di un'intesa a livello internazionale e ha rimesso la questione al confronto in corso tra Corporate e IndustriAll (il sindacato internazionale dell'industria);

-  La Direzione è disponibile a introdurre la così detta "bacheca elettronica" a condizione di risolvere la questione delle "liste di distribuzione sulle e-mail aziendali".

-  E’ disponibile a prevedere uno spazio "sindacale" di mezz’ora nel "company welcome" degli operatori, mentre non è disponibile a introdurre un'ora annua di assemblea destinata alla sicurezza;

-  Inoltre ha preso una posizione contraria a tutte le richieste riguardanti l’ampliamento dell’orario elastico che sono parte importante nell’impianto delle nostre richieste, dando però accenno ad una possibile apertura sulla non timbratura per i sesti livelli, che di fatto, per loro, corrisponderebbe ad un superamento delle richieste sull’ampliamento riguardante l’elasticità di orario.

  • Una commissione tecnica ristretta continua il lavoro sull’impianto del Premio di risultato, anch’esso tema importante della piattaforma. Il confronto con la Direzione Aziendale continuerà per individuare parametri produttivi che permettano di raggiungere gli obiettivi in maniera trasparente. Si è ribadita la necessità di rivedere l’impianto del PDR in maniera da garantire a tutti i lavoratori una migliore redistribuzione dei guadagni aziendali.

 

Le parti si sono date appuntamento per il 26 ottobre a Monza, incontro che sarà preceduto da una riunione del Coordinamento sindacale, per continuare la discussione sui temi dell’integrativo.

 

Il Coordinamento delle RSU ST Microelectronics Roma

Fim, Fiom, Uilm nazionali

 

Roma, 2 ottobre 2017

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search