Mercoledì, 19 Gennaio 2022

Primo incontro con i parlamentari sul futuro di StMicroelectronics

LOGOFFU-180X120

 

Il 2 dicembre si è tenuto il primo incontro tra le segreterie nazionali di Fim, Fiom, Uilm, una delegazione delle RSU e parlamentari di diversi schieramenti politici.

In questo modo si è dato seguito a quanto discusso da Fim, Fiom,Uilm nazionali e dal coordinamento nazionale delle RSU che si è svolta a Roma il 23 novembre. In quella data, infatti, si è deciso di procedere con una serie di iniziative che hanno l'obiettivo di produrre un cambiamento di rotta rispetto ad una strategia aziendale che appare sempre più incerta e confusa e che sta determinando un andamento negativa che potrebbe avere ripercussioni sull'occupazione.

A quanto pare, a fronte di questo cattivo andamento, si sta discutendo tra governo italiano e governo francese su come intervenire e reindirizzare le scelte di StMicroelectronics. È evidente che in una situazione così delicata, è fondamentale che il governo italiano faccia la sua parte per rilanciare l'azienda, garantire occupazione, ricerca e sviluppo, produzioni e salvaguardare tutti i siti italiani.

Per questo motivo si è deciso di:

  • Chiedere un incontro urgente al ministero dello Sviluppo Economico.

  • Incontrare i diversi gruppi parlamentari per sensibilizzarli e chiedere il loro sostegno

  • Concordare con il sindacato francese, soprattutto attraverso il comitato aziendale europeo (CAE) una strategia comune per la salvaguardia occupazionale in tutti i paesi, con la regia di Industriall, il sindacato europeo dell'industria.

Nei giorni scorsi abbiamo inviato una richiesta d'incontro al Mise chiedendo di avere un incontro sulle prospettive dell'azienda e il 2 dicembre abbiamo incontrato prima alcuni parlamentari del Movimento cinque stelle e subito dopo una delegazione del Partito democratico. A loro abbiamo espresso le nostre preoccupazioni e chiesto di sostenere la richiesta del sindacato rispetto alla necessità di un ruolo forte del Governo italiano in un momento molto delicato nella vita di un'azienda strategica per il paese. Abbiamo consegnato a tutti un documento che riassume la nostra analisi e le nostre rivendicazioni, che inviamo in allegato. I parlamentari dei diversi schieramenti si sono impegnati ad agire e a mettere in campo iniziative di diverso genere per venire incontro alle richieste sindacali, di cui ci metteranno a conoscenza.

Nei prossimi giorni sono previsti ulteriori incontri con altri gruppi parlamentari.

Nel frattempo anche il CAE ha nuovamente formalizzato al Presidente del Consiglio e al Ministro dello sviluppo economico una richiesta d'incontro.

IndustriAll sta invece elaborando un documento condiviso dal CAE di StM e dai sindacati europei da presentare alla commissione europea, che ha avviato una strategia per aumentare la produzione dei semiconduttori.

 

Fim, Fiom, Uilm nazionali

 

Roma, 4 dicembre 2015

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search