Domenica, 09 Agosto 2020

Hitachi. Sviluppo della condizione aziendale

Nelle giornate dell'8 e del 9 luglio 2020, si sono tenuti gli incontri, tra i massimi livelli del management di One Hitachi ed i coordinamenti nazionali di Hitachi Rail Spa ed Hitachi Rail Sts.

Durante il primo incontro, tenutosi mercoledì 8 luglio 2020, l'azienda ha illustrato una serie di slide, sullo sviluppo della condizione aziendale, anche alla luce dei nuovi scenari, condizionati e modificati dall'emergenza Coronavirus.

Durante la fase di illustrazione, i vari responsabili aziendali, hanno focalizzato l'attenzione sui temi della condizione economico finanziaria, di tutto il gruppo, sui ricavi di esercizio e la percentuale di redditività riferita al 2019, sulla governance complessiva dell'azienda (produzione e segnalamento) sul confronto tra gli obbiettivi del budget e l'esigenza di un ulteriore contenimento dei costi, sullo sviluppo tecnologico dei prodotti, sulle tendenze del mercato e la crescita costante di tutto il settore (produzione dei veicoli) con particolare attenzione al tema dell'inquinamento e delle emissioni, sugli investimenti tecnologici per rendere l'azienda più rapida, affidabile e sicura, sulle politiche per la selezione e per la formazione del personale, sulla condizione ed il posizionamento dei competitors, alla luce di annunciati piani di acquisizioni ed accorpamenti e sul tema della sicurezza e l'esigenza di ridurre la % di infortuni sul lavoro.

La delegazione della Fiom, considerando il disagio derivante dalla riunione, non in presenza, e la difficoltà a leggere i dati, ha chiesto di avere le slide per un ulteriore approfondimento delle cose enunciate, e nel sottolineare l'importanza degli obiettivi raggiunti, ha esaltato il lavoro di tutti i livelli dell'organizzazione, ed in modo particolare, delle RSU aziendali, per gestire un'emergenza storica e senza precedenti. Anche nei momenti più drammatici e di grande preoccupazione, sia con l'utilizzo dello Smart Working, sia con il rallentamento e la fermata degli impianti, ci si è posti l'obbiettivo di tutelare la salute e la vita umana delle persone, e di ricreare le condizioni per ripartire nel minor tempo possibile.

La Fiom ha sottolineato l'esigenza, nel rispetto di quanto previsto dal CCNL, di organizzare, nel minor tempo possibile, riunioni nei singoli stabilimenti, per avere un quadro di dettaglio sui carichi di lavoro, sui livelli occupazionali e sul rapporto con le aziende d'appalto, perché in una fase di espansione del mercato è giusto porsi il problema della massima ricaduta produttiva, sui vari territori, e sulla qualità dell'occupazione. Pensando al tema dell'incentrato e dell'appalto, per la Fiom, si devono creare le condizioni, migliorando l'organizzazione interna di Hitachi, per assorbire, con gradualità, una parte del personale, attualmente, occupato nelle aziende esterne. Per quanto riguarda il modello organizzativo aziendale, considerando la strategicità nazionale del settore, la qualità dei clienti, le garanzie del mercato nazionale, il costante flusso di investimenti, per la Fiom è importante la creazione di una cabina di regia, in Italia, che renda ancora più efficace ed immediato il sistema delle relazioni sindacali, perché pensiamo sia importante consolidare quanto sperimentato durante l'emergenza Covid-19.

In merito al tema della condizione dei competitors, la costruzione di nuove partnership, considerando la dinamicità di altri colossi internazionali, è stato richiesto un supplemento di confronto per avere un minimo di orientamento rispetto a cosa intende fare Hitachi, nei mesi a venire.

Inoltre, nella giornata del 9 abbiamo discusso di Premi di Risultato, sia per quanto riguarda i valori a consuntivo, sia per quanto concerne gli indicatori da prendere a riferimento per il PDR dell'esercizio in corso. Nel salutare con favore i dati, a consuntivo, delle 2 aziende, con i dovuti distinguo di ragionamento, per quanto riguarda STS, la Fiom ha scelto di concentrare la discussione, per avere chiarimenti di maggiore dettaglio, su alcuni indicatori, perché ritiene indispensabile creare le condizioni per il consolidamento di un risultato straordinario che premia il sacrificio dei lavoratori.

È stato importante inserire nell'accordo una specifica clausola di verifica e di verbalizzazione. Per quanto concerne il Rail, la delegazione della Fiom ha espresso un giudizio positivo sulla nuova impostazione del premio di risultato, più consistente ed innovativo rispetto agli esercizi precedenti, assumendo l'impegno al monitoraggio costante, sia per misurare la condizione di partenza di alcuni indicatori, sia per realizzare l'obbiettivo di ridurre le differenze con i colleghi STS.

Per la delegazione della Fiom, dentro l'universo One Hitachi, a parità di mansione, non ci può essere differenza di salario o di diritti, tra le persone che ci lavorano, per questa ragione bisogna perseguire l'obiettivo immediato di migliorare la condizione di chi percepisce di meno.

I 2 accordi sindacali recepiscono l'esigenza degli incontri periodici di monitoraggio, e l'obbligo della verbalizzazione di eventuali problemi sugli indicatori che possono condizionare negativamente la maturazione del premio. Nei prossimi giorni, acquisite le slide, saranno tenute assemblee informative per fornire ulteriori dettagli.

Fiom-Cgil nazionale

Roma, 10 luglio 2020

Attachments:
FileFile size
Download this file (Hitachi comunicato sindacale Fiom 10 luglio 2020.pdf)Hitachi. Sviluppo della condizione aziendale93 kB

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search