Sabato, 04 Luglio 2020

Hitachi Rail Italia informativa annuale

Il12 luglio si è svolto a Roma l’incontro di informativa annuale fra le segreterie nazionali di Fim, Fiom, Uilm congiuntamente ai territori ed alle RSU e la Hitachi Rail Italy.
L’Amministratore Delegato ha illustrato alla delegazione sindacale l’andamento aziendale:
    • mercato ferroviario: continua a crescere ma in un contesto più complesso del passato, vanno aggrediti i mercati emergenti tra cui gli Stati Uniti e vanno contestualmente consolidati i mercati tradizionali (quello domestico e quello europeo). La fusione tra Alstom e Siemens pur essendo sotto verifica dell’anti-trust europea, potrebbe generare problemi per il futuro;
    • acquisizioni: tre contratti applicativi del treno regionale Rock; Baltimora; Copenaghen; 5 treni ETR 1000 per la tratta francese; full service ETR 700;
    • nuovi prodotti: realizzazione di un nuovo TRAM;
    • service: sta di fatto assumendo una dimensione Europea, infatti su 35 cantieri solo 6 sono fuori dalla realtà Europea. Ci sarà un notevole sviluppo; si ipotizza di passare dalle attuali 9060 casse in manutenzione a 13.000 casse entro il 2025. Si passerà da un organico di 2500 addetti (compreso l’indotto) a 3000 addetti entro dicembre per effetto dell’internalizzazione delle attività della VIRGIN in UK.
Infine l’A.D., ritiene indispensabile proseguire sulla strada del cambiamento culturale per poter realizzare la vera integrazione tra le diverse realtà che compongono Hitachi Rail mondo.
E’ stato poi illustrato l’andamento economico finanziario dell’azienda che prevede il passaggio da 700.000 k€ di ricavi nel fiscal year 2017 ai 976.40 k€ nel 2018 con una profittabilità del 4,7%.
Gli investimenti fatti e da fare nei tre siti italiani per un ammontare superiore a 50.000 k€, dando risalto che oltre agli investimenti di apparecchiature per migliorare il processo produttivo (robot di saldatura, centri di fresatura, nuovi carrelli automatizzati per la movimentazione ecc…) il rifacimento di tutti e tre i locali mensa per un maggior confort per i lavoratori. Sono stati quindi illustrati gli indicatori aziendali, rilevando che gli infortuni nel FY 2017 sono stati molto bassi ma probabilmente per effetto delle nuove lavorazioni da aprile 2018 c’è un innalzamento degli stessi. Per quel che concerne i carichi di lavoro, si passerà da 2.200 kh del 2017 a 2900 kh del 2018 che di fatto saturano tutta la forza lavoro. La strategia che l’azienda sta mettendo in campo è quella della digitalizzazione che avrà impatto, attraverso l’azione integrata della raccolta dati, sia sulle lavorazioni da sviluppare che sui ritorni dall’esercizio dei veicoli.
Gli organici saranno incrementati di 176 unità nel FY 2018 consentendo un miglioramento del rapporto diretti indiretti facendolo salire al 69,2%. L’assenteismo per  continua a rimanere superiore alla media nazionale, 4,5% di cui il 50% legato a malattie.
Rispetto agli obiettivi di budget 2017 l’azienda ha conseguito risultati in linea con quanto fissato e sulla scorta degli obiettivi ottenuti il Premio di Risultato che sarà pagato a luglio è di € 2.046,00 per i livelli da 1° a 4°, € 2.250,00 per i livelli 5°e 5°S e € 2.455 per i livelli 6°, 7° e Q.
Le OO.SS ritengono soddisfacente il risultato raggiunto che ha visto l’ottenimento del 100% di due parametri su tre, frutto evidente dell’impegno profuso da tutte le maestranze ad ogni livello. E’ un ulteriore dimostrazione, che tra i lavoratori è forte il senso di appartenenza, e che quel cambio culturale auspicato dall’azienda è già in atto.  
Con i risultati ottenuti (crescita del fatturato ed incremento del reddito dell'impresa) e con la strategia di digitalizzazione per passare poi ad industry 4.0, occorre, per, mettere in campo al più presto azioni tese al miglioramento della qualità della vita lavorativa e che consentono una migliore conciliazione della vita familiare, rispetto al lavoro, sarà anche necessario lavorare per il miglioramento della qualità dell'occupazione, con ulteriori processi di stabilizzazione di contratti precari ed internalizzazione di attività, oggi cedute in appalto, ed attuare una politica redistributiva (Premio di Risultato – Integrativo Aziendale la cui firma risale al lontano 21 luglio 2006) a favore di tutti Dipendenti che hanno contribuito, così come affermato dal Management Aziendale, al raggiungimento dei risultati previsti in Budget.  
Infine, l’azienda ha sottoposto alla delegazione sindacale i nuovi obiettivi per il Premio di Risultato 2018/2019.
    • Parametro finanziario:
        ◦ AOP si passa dal consuntivato 2017/2018 di 37.900k€ a 45.00k€ per ottenere il 100% e 41.200k€ per ottenere il 50% del premio:
        ◦ E’ stato introdotto un nuovo parametro finanziario denominato revenues (ricavi) che passa dal consuntivo 2017/ 2018 di 700.300k€ a 976.400k€ al 100% a 878.700k€ per ottenere il 50%.
    • Milestones:
        ◦ Rock 92 casse allestite per l’ottenimento del 100%
        ◦ Traspennine 5 treni pronti alla spedizione per l’ottenimento del 100%
        ◦ Leonardo opt 2 15 treni pronti per la spedizione entro febbraio 2019
        ◦ Metro Salonicco 51 casse complete di allestimento.
    • Efficiency:
-    Obiettivo 0,85 con meccanismo on/off
Sulla proposta aziendale, considerando la modificazione dell'impalcatura del premio e l'inserimento di nuovi indici, la delegazione Fim, Fiom e Uilm ha richiesto una sospensiva per verificare l’attendibilità della proposta e valutarne la congruità.
Valutazioni positive sono state espresse sull’andamento aziendale e sugli investimenti di prospettiva. Infine l’azienda ha proposto di innalzare il valore economico del PdR da 2480.00 a 2728.00.
Fim, Fiom, Uilm rimarcano invece le difficoltà, sempre più evidenti, nella disponibilità al confronto e alla mediazione da parte dell’azienda che impone decisioni troppo spesso non trattabili.  
Le Organizzazioni Sindacali hanno sottolineato l'importanza del confronto, con tutti i pezzi di intelligenza aziendale, ivi compreso il livello di conoscenza e di intelligenza, che può essere riflesso, nei vari tavoli, dalle RSU di tutti gli stabilimenti. Il reciproco ascolto, e la negoziazione intelligente, può consentire un ulteriore salto di qualità. Per questa ragione abbiamo confermato la nostra disponibilità, all'assunzione di responsabilità, fermo restando l'autonomia negoziale che contraddistingue l'agire di Fim, Fiom e Uilm e di tutto il Sindacato Confederale.


Fim Fiom Uilm Nazionali

Roma, 16 Luglio 2018

Attachments:
FileFile size
Download this file (2028 - Hitachi Rail Italia comunit informativa annuale 16.7.2018.pdf)Hitachi Rail Italia informativa annuale122 kB

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy