Giovedì, 03 Dicembre 2020

Hitachi Rail Italia: informativa annuale

Lo scorso 6 luglio ha avuto luogo in Roma l’incontro di informativa annuale fra le segreterie nazionali di Fim Fiom Uilm congiuntamente ai territori ed alle RSU e la Hitachi Rail Italia

Insieme all’AD ing. Manfellotto completavano la delegazione aziendale il dr. Martinelli e l’ing. Marino coadiuvati dai vari responsabili HR di sito.

L’ing. Manfellotto ha illustrato ai presenti il significativo salto in avanti fatto dall’azienda da quando è stata acquisita dalla Hitachi ed il ruolo di primo piano che i 3 stabilimenti italiani ricoprono all’interno dello scenario produttivo del gruppo nipponico.

Oltre le dichiarazioni e le attestazioni ricevute dalle maestranze e dagli stessi fornitori italiani sono i numeri che non lasciano spazio a dubbi sulla positività del lavoro svolto consapevoli che si debba proseguire nel segno di quanto fatto fino ad ora.

Rispetto agli obiettivi di budget 2016 l’azienda ha conseguito risultati anche superiori a quanto fissato e sulla scorta degli obiettivi ottenuti il Premio di Risultato che sarà pagato a luglio è di € 1.904 per i livelli da 1° a 4°, € 2.094 per i livelli 5°e 6° e € 2.285 per i livelli da 7° :a Q.

La qualità del lavoro svolto e l’attenzione diffusa al miglioramento della fabbrica si riscontra anche sulla costante ed importante diminuzione degli infortuni sul lavoro dove anche il dato medio è di circa 1,3 infortuni per ogni 200.000 ore lavorate, valore di benchmark per il settore ma dobbiamo aspirare a ridurlo ancora.

Sul fronte investimenti l’azienda sta continuando l’opera di rinnovamento iniziata già verso la fine dell’era Finmeccanica e riguarda tutti e 3 gli stabilimenti italiani che hanno dimostrato grazie alle performance ottenute di poter soddisfare i più alti standard di efficienza produttiva, qualità e progettualità di prodotto .

Grazie all’impegno dei lavoratori e al lavoro del management ci attendiamo che si possa proseguire nel trend di crescita imboccato, che già per il 2017 vede carichi di lavoro completi per i 3 siti e in ulteriore crescita per il 2018.

Le OO.SS. hanno apprezzato le linee di sviluppo indicate recependo il grande impegno profuso anche in termini di innovazione di prodotto, ricerca e sviluppo di soluzioni innovative che possano rafforzare il ruolo e capitalizzare le professionalità che hanno portato l’azienda ai vertici del settore in cui opera.

Auspichiamo altresì che il programma di assunzioni e stabilizzazioni intrapreso, possa continuare a dare occupazione importante e di prospettiva quale quella che si addice ad una grande realtà come Hitachi Italia, con l’obiettivo di ridurre o addirittura eliminare il ricorso a prestazioni per off-load e lavoro interinale.

Su questo aspetto, le OO.SS. hanno voluto esplicitare che il notevole carico di lavoro previsto per i prossimi anni non può determinare un aumento del numero dei lavoratori con contratto precario e tanto meno delle attività del cosidetto “incentrato”.

Insieme siamo stati in grado di creare le condizioni di sviluppo virtuoso, ora come Organizzazioni sindacali crediamo che si possano gettare le basi per fare un altro passo in avanti e creare un sistema di sostegno che qualifichi anche sotto il profilo sociale una realtà produttiva che è uscita dal guado e porta alta nel mondo la professionalità delle maestranze italiane.

Le OO.SS ritengono che sulla base di quanto emerso ci siano le condizioni per concordare un aumento del Premio di Risultato che possa ridistribuire fra i lavoratori parte dei profitti.

 

FIM – FIOM – UILM Nazionali

Roma, 12 luglio 2017

 

Attachments:
FileFile size
Download this file (1673 - HITACHI RAIL ITALIA comunit 12.7.2017.pdf)Hitachi Rail Italia: informativa annuale100 kB

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search