Martedì, 07 Luglio 2020

Hitachi Rail Italy. Il futuro si gioca sulla maxicommessa

Nella giornata di Lunedì 2 Maggio 2016, si è riunito a Roma il Coordinamento Nazionale Fim, Fiom, Uilm del gruppo Hitachi Rail Italy per discutere sulla situazione complessiva del gruppo e del Piano di armonizzazione ed efficientamento proposto dall’azienda.

Dalla discussione è emersa la necessità di mantenere buone relazioni industriali, indispensabili per favorire il dialogo ed evitare momenti di conflitto e tensione all’interno degli stabilimenti aziendali.

Il Coordinamento Nazionale esprime la necessità per il futuro di poter avere momenti di confronto rispetto al piano meritocratico aziendale al fine di poter esporre criticità lavorative individuate all’interno degli stabilimenti e per favorire miglioramento dell’inquadramento rispetto alle mansioni svolte.

E’ sempre più indispensabile consolidare sia tra i lavoratori che nella dirigenza la consapevolezza che Hitachi Rail Italy per poter affrontare ed acquisire nuove commesse sul mercato internazionale deve trovare un giusto equilibrio funzionale tra i tre stabilimenti del gruppo; per questo Fim, Fiom, Uilm chiedono un consolidamento della produzione dei componenti su Napoli e una buona sinergia tra Pistoia e Reggio Calabria per garantire la piena occupazione.

A questo proposito, sarà fondamentale l’acquisizione della maxicommessa dei treni regionali.

Riguardo al piano di efficientamento e armonizzazione, il Coordinamento Nazionale ha espresso la volontà di proseguire la trattativa con l’obbiettivo di trovare soluzioni al miglioramento delle performances produttive del gruppo pur ritenendo indispensabile la qualità e condizione di vita dei lavoratori.

Diversi saranno gli argomenti da affrontare nel prossimo incontro già calendarizzato per il giorno 11 maggio.

Gli argomenti più delicati saranno la flessibilità di orario a partire dallo stabilimento di Napoli visto la delicata condizione del traffico cittadino.

Le agibilità sindacali e le relazioni ed un giusto inquadramento per i lavoratori di Reggio Calabria che operano in un territorio di grande difficoltà occupazionale.

Per lo stabilimento di Pistoia, il Coordinamento ha espresso la volontà di raggiungere il completo superamento delle pause, attraverso un confronto dettagliato che si richiede avvenga direttamente nelle officine interessate postazione per postazione.

Sarà possibile programmare un calendario di superamento delle pause solo se legato alla reale condizione di qualità del lavoro.

 

FIM FIOM UILM NAZIONALI

COORDINAMENTO NAZIONALE HITACHI RAIL ITALY

 

Roma, 4 maggio 2016

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search