Giovedì, 02 Febbraio 2023

Ansaldo Breda. Comunicato sindacale Fim, Fiom, Uilm

logo ffu-ok

 

Il giorno 16 luglio 2014 si sono incontrate le Segreterie nazionali di Fim, Fiom, Uilm unitamente al Coordinamento delle RSU degli stabilimenti e la Direzione Aziendale di Ansaldo Breda riguardo all’informativa annuale sull’andamento industriale dell’azienda, le sue prospettive e il Premio di Risultato per i lavoratori del gruppo relativo al 2013.

La situazione del mercato per il settore ferroviario per il triennio 2013 / 2016 è in crescita soprattutto sui treni AV e sui prodotti regionali con valori potenziali globali di oltre 50 mld/€, anche se la parte aggredibile secondo i target di Ansaldo si aggira complessivamente intorno ai 10 mld/€ dei quali solo in maniera ridotta nel mercato italiano.

Questo limitazione è legata principalmente ad alcune motivazioni: la mancanza dei progetti/prodotti industrializzabili nei tempi richiesti, grandi mercati con presenza di troppi competitori, azioni protezionistiche dei mercati e il problema dimensionale.

Ansaldo Breda continua a collocarsi tra i potenziali leader delle produzioni delle metropolitane con potenzialità anche nell’AV.

I carichi di lavoro descritti dall’azienda coprono sino alla fine del prossimo anno le attività di tutti gli stabilimenti del gruppo ad eccezione dello stabilimento di Palermo.

A seguito della richiesta delle Oo.Ss, entro la fine del mese di luglio si terrà un incontro specifico per Carini al fine di rispettare gli impegni in sede ministeriale di AnsaldoBreda per dare continuità produttiva ed occupazionale allo stabilimento siciliano.

La commessa di Trenitalia annunciata dall’azienda per il revamping di circa 33 carrozze per lo stabilimento di Carini al momento è in fase di definizione da parte del committente sia per la tipologia di carrozze sia per l’allestimento e quindi ad oggi non è ancora disponibile l’informazione relativa ai tempi di avvio delle attività.

Sebbene si stia segnando un trend positivo, permangono problemi di qualità e di efficienza rispetto ai quali l’azienda ha avviato importanti azioni a recupero.

Il programma di investimenti si aggira intorno ai 20 m/€ per la riorganizzazione degli stabilimenti e per l’aggiornamento delle attrezzature e altri 20 m/€ sullo sviluppo di nuovi prodotti.

A Pistoia verrà effettuato un ri-layout dei magazzini e la costruzione di una sala prove di oltre 205 mt di lunghezza che consentirà test a partire dal nuovo ETR 1000 con treni completi.

Verrà ampliato e riorganizzato lo stabilimento di Napoli con un’aggiunta di 8000 mq di capannoni per il potenziamento dei magazzini e sarà sviluppato il processo di creazione del centro di eccellenza sui carrelli anche con l’acquisizione di un robot per saldatura.

Per Reggio Calabria sono previste una rivisitazione della carpenteria, il potenziamento della salderia con un nuovo robot di saldatura e i magazzini.

 

RISULTATI ECONOMICI (€/m)

                                                                 Bilancio 2013                   Marzo 2014

Ordini                                                               384,4                              75,4

Portafoglio Ordini                                             2606,4                           2503,6

Ricavi                                                               489,8                             154,2

EDITA Adj                                                       - 231,1                             - 15,9

EBIT                                                               - 546,4                             - 16,3

FOCF                                                             - 338,0                              123,3

 

L’azienda ha inoltre comunicato che sono in corso importanti iniziative commerciali sia per le attività di service/manutenzione sia per quanto riguarda nuove commesse.

La discussione legata all’importante questione del Premio di Risultato ha previsto la necessità di ulteriori importanti approfondimenti e per questo motivo l’incontro su questo tema è stato aggiornato a mercoledì 23 luglio p.v., fermo restando che l’Azienda ha dichiarato che i parametri di milestone ed efficienza per il 2013 non sono stati raggiunti, mentre sono in netto miglioramento i dati del 1° trimestre 2014.

Le Oo.Ss. hanno chiesto ad AnsaldoBreda di fare una attenta riflessione per individuare nel 2014 una soluzione economica affinché venga riconosciuto l‘impegno profuso dai lavoratori nel risanamento industriale e finanziario del’Azienda.

 

Fim, Fiom, Uilm nazionali

Il Coordinamento Nazionale Ansaldo Breda

 

Roma, 16 luglio 2014

 

 

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search