Domenica, 17 Novembre 2019

Alstom. Il punto sulla fusione tra Alstom e Siemens

Il 28 gennaio, su richiesta delle organizzazioni sindacali, si è svolto al Ministero dello Sviluppo Economico un incontro per fare il punto sul processo di fusione tra Alstom e Siemens e per sensibilizzare il Governo a svolgere un ruolo attivo prima del pronunciamento dell'Antitrust della UE.
L'azienda ha sinteticamente illustrato la situazione che, allo stato attuale, vede in campo due proposte fatte da Alstom per rimuovere i rilievi dell'Antitrust UE. La prima riguarda la cessione del ramo di azienda riferito al segnalamento di terra. La seconda, la cessione della piattaforma del Pendolino.
A detta dell'azienda, pur in assenza di comunicazioni ufficiali da parte della UE, la proposta di cessione della piattaforma del Pendolino non risponde al rilievo. Voci di stampa, invece, indicano che ci sarebbe un ulteriore discussione sul segnalamento. Le organizzazioni sindacali hanno evidenziato la necessità che, in qualunque scenario che preveda o escluda la fusione tra Alstom e Siemens, è necessario preservare l'occupazione e mantenere le prospettive di sviluppo. Nel caso ci fossero cessioni di attività o di rami d'azienda, occorre occuparsi sia di chi è oggetto di cessione sia del perimetro e delle prospettive delle parti restanti in Alstom.

Le organizzazioni sindacali hanno inoltre sollecitato il Governo a prendere l’iniziativa, anche intensificando il rapporto con gli altri partner europei coinvolti e con l’Antitrust UE, assumendo un ruolo attivo e facendo tesoro degli elementi forniti da azienda e sindacati.

Occorre far sentire l'interesse per una soluzione che valorizzi il complesso di competenze e opportunità presenti nel gruppo Alstom in Italia, anche alla luce degli accordi di programma che il Mise ha fatto con Alstom sui siti di Bologna, Sesto San Giovanni e Savigliano. Il Governo ha dichiarato che seguirà gli sviluppi dell'operazione e riconvocherà le parti appena ci siano novità. Le organizzazioni sindacali auspicano che il ruolo del governo sappia andare oltre la funzione notarile e rappresenti in ambito UE le istanze dei lavoratori.

 

FIM, FIOM, UILM, FISMIC E ANQUI TERRITORIALI E NAZIONALI

RSU ALSTOM SERVICE ITALIA

 

Roma, 29 gennaio 2019

Attachments:
FileFile size
Download this file (190129_ALSTOM SERVICE ITALIA_unitario_processo_fusione.pdf)Alstom. iIl punto sulla fusione tra Alstom e Siemens140 kB

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search