Venerdì, 13 Dicembre 2019

Alstom. Contrattazione integrativa: valutate negativamente le proposte dell'azienda

Alstom

 

Nei giorni 12 e 13 ottobre, presso la sede di Assolombarda, è proseguito il confronto tra Coordinamento nazionale e Direzione aziendale sul rinnovo della contrattazione integrativa nel Gruppo Alstom.

Nel corso della trattativa che si è svolta a valle di due esplorazioni in ristretta, la Direzione aziendale ha formulato le proprie proposte, in particolare per quanto riguarda i seguenti temi:

 

  1. Premio di Risultato

Se da un lato l'azienda ha rinunciato al parametro "semaforo", relativo al margine industriale, dall'altro mantiene una incomprensibile rigidità sui relativi pesi dei parametri finanziari e produttivi.

Ha inoltre avanzato una proposta inaccettabile sull'incremento degli importi dei Premi dei singoli siti.

 

  1. Anticipo mensile del PdR erogato a Savigliano (90 euro)

A fronte della richiesta aziendale di armonizzazione di vari istituti, che prevedeva anche un intervento sull’anticipo dei 90€, il Coordinamento Alstom ha formulato una proposta di accorpamento nella quattordicesima erogazione. Non è invece accettabile che Alstom continui ad affermare che tali cifre dovranno spettare ai soli lavoratori in forza al 31/12 2017, escludendo così neo assunti e somministrati.

 

  1. Forfetizzazione degli straordinari per i settimi livelli di Savigliano e di Sesto San Giovanni

La Direzione insiste su una proposta, già rifiutata dal coordinamento, basata sulla quantità di straordinario svolto nei 12 mesi precedenti, con una percentuale di forfetizzazione progressiva da 0 a 50% come percentuale massima che è comunque insoddisfacente.

 

  1. Previdenza complementare

L'azienda ha compreso che la richiesta di spostare obbligatoriamente coloro che aderiscono a Previlabor e al Fondo dei Quadri non è praticabile e l'ha quindi accantonata.

 

  1. Permessi per visita medica

Anche in questo caso la Direzione insiste nel proporre un'armonizzazione per tutta Alstom fissando un limite a 40 ore annuali, proposta che era già stata rigettata dal coordinamento.

 

Esaminate le proposte aziendali, il Coordinamento sindacale ne ha valutato negativamente i contenuti e, nel tenere ferme le proposte già avanzate fino ad oggi, ha invitato la Direzione - che tra l'altro continua a dichiarare di aver fretta di concludere il negoziato - a rivedere le proprie posizioni per rendere produttivi gli incontri previsti per il 10 e il 13 novembre.

 

Fim Fiom Uilm nazionali e territoriali

Il Coordinamento sindacale nazionale Alstom Italia

 

Roma, 16 ottobre 2017

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search