Mercoledì, 08 Luglio 2020

Sirti. Disponibilità sui Cds e mobilità ma prima il Pdr

logo ffu-ok

Venerdì 8 maggio 2015 presso Assolombarda Milano si è l'incontro tra la Sirti ed il Coordinamento Rsu assistito da Fim, Fiom, Uilm nazionali avente per oggetto una prima verifica dell'accordo sulle relazioni industriali con la presentazione dei coordinatori eletti nominati sulla scorta del rinnovo delle Rsu svolte nel territorio nazionale, un approfondimento sulle scelte compiute dall'azienda sia di ordine strategico sia di carattere gestionale.

L'Azienda ha evidenziato la necessità di prorogare i contratti di solidarietà con una richiesta di avvio di una procedura di mobilità.

Le Oo.Ss. unitamente al Coordinamento Rsu hanno evidenziato come l'accordo di recente firma sia disatteso, sia nella forma che nella sostanza, e testimonia una pesante carenza di informazioni a livello territoriale e, comunque, che l'Azienda il più delle volte procede nelle scelte con i vari preposti senza il necessario confronto e consultazione. Questa carenza produce degli effetti nel tavolo nazionale in cui si scaricano tutte le tensioni anche di natura diversa che, per quanto previsto dall'accordo, dovrebbero essere affrontate a livello territoriale.

L'azienda ha riconosciuto un avvio difficoltoso del sistema, ma si è impegnata a presentare delle modalità operative da condividere per gestire le relazioni industriali ai vari livelli. Nel contempo, ha comunicato che, oltre all'invio dei cedolini paga via mail, i tickets saranno in forma elettronica e non più cartacea.

Le Oo.Ss. ed il Coordinamento hanno assunto queste modalità ed esplicitato la necessita di una verifica, qualora si manifestassero criticità. Rispetto alle molteplici perplessità in ordine alla scelta di divisionalizzare l'Azienda rimangono forti preoccupazioni rispetto alla divisione lavori civili che si manifestano con le stesse caratteristiche in tutti i territori (carenza di mezzi ed attrezzature, competenze ed idoneità del personale, criteri con cui il personale è stato collocato in questa divisione ma soprattutto le prospettive di questa divisione).

L'Azienda ha indicato come necessaria questa scelta sia per una maggior distinzione dei centri di costo nonché per poter meglio partecipare alle gare per il progetto banda larga e che, allo stato attuale, non esiste nessuna volontà di esternalizzare questa attività. La Sirti poi ha comunicato che il bilancio verrà approvato probabilmente entro il mese di giugno e che continua la ricerca da parte dell'advisor incaricato di una soluzione patrimoniale che veda un consolidamento della società e che, in ogni caso, il piano industriale sta procedendo e che i risultati evidenziano lievi scostamenti rispetto agli obbiettivi. Per questa ragione, secondo la direzione aziendale si rende necessario un ulteriore periodo di contratti di solidarietà per il personale non operativo, per un numero di circa 50 persone equivalenti e di una procedura di mobilità per cogliere eventuali disponibilità all'uscita, anche per una necessaria riqualificazione e ringiovanimento del personale.

Il Coordinamento Rsu ed le Oo.Ss., confermando una disponibilità al confronto sui Cds e mobilità, hanno rivendicato la necessità di anteporre il confronto sul Premio di risultato.

Le parti hanno condiviso una nuova data, per il successivo incontro previsto per il 25 di maggio 2015 nella stessa sede.

 

Fim, Fiom, Uilm nazionali

 

Roma, 11 maggio 2015

Attachments:
FileFile size
Download this file (15_05_11-sirti.pdf)Sirti. Comunicato Fim, Fiom, Uilm107 kB

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search