Martedì, 09 Agosto 2022

Semitec. Proclamato lo stato di agitazione

Semitec

In data 9 novembre 2017 presso l’Assistal di Roma si è svolto l'incontro tra la Semitec unitamente alla capogruppo Siram ed il coordinamento RSU Semitec assistito da Fim, Fiom Uilm nazionali e territoriali. L'azienda ha confermato quanto comunicato in precedenza dall'amministratore delegato della capogruppo che sta svolgendo una due diligence bidirezionale per una verifica della situazione aziendale dal punto di vista economico finanziario che potrebbe portare alla vendita della stessa visto l'interesse che alcuni operatori hanno dimostrato.

L'azienda ha confermato la disponibilità alla cessione visto che ritiene che le attività di Semitec non siano sinergiche alle attività del gruppo in Italia ed anche per le difficoltà di carattere strategico/gestionale che hanno attraversato ed attraversano la Semitec.

Il coordinamento RSU unitamente alle organizzazioni sindacali hanno sottolineato che nonostante i sacrifici richiesti ai lavoratori, gli accordi sugli ammortizzatori sociali e le più volte denunciate inefficienze organizzative l'azienda non ha saputo risalire la china perdendo nel frattempo competenze che risiedevano nel perimetro occupazionale Semitec e stigmatizzato il fatto che la comunicazione di una possibile vendita sia stata anticipata in un confronto in cui non partecipavano le rappresentanze sindacali di Semitec.

Inoltre la comunicazione che nell'incontro l'azienda ha fornito non sono da ritenersi sufficienti in quanto non sono stati indicati i soggetti interessati, non sono stati indicati i tempi e le modalità di una eventuale cessione, e soprattutto non vi sono stati chiarimenti rispetto alla eventualità che la cessione non avvenga e le eventuali prospettive.

In ogni caso per le Organizzazioni sindacali ed il coordinamento RSU il mantenimento del perimetro occupazionale (365unita) nelle sue articolazioni territoriali e le condizioni economico normative devono essere il riferimento di una eventuale cessione nonché l'affidabilità dell'eventuale subentrante.

 

PER QUESTE RAGIONI SI DICHIARA LO STATO DI AGITAZIONE

con lo sciopero dello straordinario e delle reperibilità (non c’è un accordo Semitec con OO.SS. per garantire i servizi minimi essenziali)

ed un pacchetto di 16 ore di sciopero a partire da lunedì 13 novembre

di cui le prime 2 da utilizzare per assemblee informative e le successive 4 ore mercoledì 22 novembre in contemporanea su tutto il territorio nazionale

il resto da articolare per territorio

 

I lavoratori hanno diritto di sapere quale è il loro destino è soprattutto veder premiato il loro sacrificio.

 

Fim, Fiom, Uilm nazionali

Roma, 10 novembre 2017

Attachments:
FileFile size
Download this file (2489 - Semitec comunicato sindacale unitario.pdf)Semitec. Proclamato lo stato di agitazione170 kB

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search